8 saggi consigli per evitare rivalità e gelosia tra fratelli

Diversi suggerimenti su come comunicare l’arrivo di un fratellino e aiutare i bambini a stabilire un buon legame con il nascituro.

fratelli

 

I genitori sperano sempre che i loro figli vadano d’accordo e che leghino fin da subito, noi abbiamo già vagliato come il rapporto di rivalità e complicità sia importante per un sano sviluppo dei bambini.

Per aiutare i vostri figli in questo processo potreste cominciare ad usare fin da subito alcuni accorgimenti, ad esempio essere voi stessi ad annunciare la gravidanza al bimbo in modo da non farlo sentire escluso qualora qualcun altro glielo comunicasse al posto vostro.

Per i più piccoli, che hanno poco senso del tempo, sarebbe meglio dare un’indicazione come: “dopo Natale” oppure fino a Pasqua, ecc… Condividere la gravidanza coi vostri piccoli li incoraggerà a stabilire un legame coi fratellini o sorelline.

Parlare coi bambini della nascita

Naturalmente si tratta di una vostra scelta su cosa, come e quanto condividere, anche secondo l’età dei vostri bimbi, della prossima nascita. Potrebbe essere l’occasione per trasmettere l’impressione della potenza e duttilità del corpo femminile, oppure di come agirete, materialmente, in quel momento.

Magari potrete anche preparare i figli avvertendo che il nascituro sarà ricoperto di sangue e non molto grazioso a vedersi al primo impatto, sempre che i bimbi non lo vedano quando sarà già pulito e avvolto nella tutina nella nursery.

Ricordate sempre però che ogni bambino è diverso quando si parla del fratellino, il miglior consiglio è di essere sempre aperti, parlare onestamente in modo da capire e convalidare i sentimenti del bambino.

8 suggerimenti per evitare rivalità tra fratelli

  •  incoraggiate il maggiore a cullare il neonato, a parlare e cantare per lui, a sentirlo muovere e a chiedersi quale parte si stia muovendo
  • i bimbi piccoli possono divertirsi con esercizi di yoga prenatale
  • gioco di ruolo con le bambole: una bambola incinta o una bambolina con le fattezze di un neonato può stimolare discussioni come “quando eri piccola” oppure “quando eri piccola la mamma ti nutriva allattandoti al seno…
  • portate vostro figlio a far visita ad amici o parenti che hanno appena avuto un bimbo, per fargli capire come sarà davvero la vita col fratellino
  • guardate le foto di un libro che spiega i vari stadi dello sviluppo di un bimbo nella pancia ed esclamate: “il nostro piccolo ora è grande così”, oppure “ora gli stanno crescendo le unghie”
  • portate vostro figlio ai controlli prenatali e fategli ascoltare il battito del fratello e fategli vedere dove è situato nella pancia
  • con l’avvicinarsi del parto delegate alcune piccole incombenze al bimbo, come per esempio preparare i vestiti del piccolo, scrivere una lista di nomi da chiamare per dare l’annuncio, oppure preparare i cubetti di ghiaccio per la mamma, fare foto o video durante il parto
  • leggere libri sulla nascita e sui bambini per capire come sarà avere una nuova creaturina in casa

Come si costruisce l’armonia

Mettetevi nei panni dei vostri bimbi, se il vostro partner portasse a casa una nuova amante dichiarando che dovrà vivere con voi, che dovrà dividere tutto e che sarà la vostra nuova migliore amica. E poi scoprirete che non riceverete più tutte le attenzioni di prima, perché la nuova amante a volte si arrabbia, ma voi, dopotutto siete delle persone così intelligenti e ragionevoli da poter fare molte cose da soli.

8 Suggerimenti dopo la nascita per migliorare il legame tra fratelli

  • date al figlio maggiore un album con le foto di quando era piccolo spiegando: “quando eri piccolo e piangevi ti cullavamo…”
  • lasciate che il vostro bimbo vi aiuti mentre sfamate, cambiate, lavate o massaggiate il piccolo oppure date alla figlia maggiore una bambola da vestire e sfamare
  • arrangiate uno spazio per l’alimentazione e i pianti allestito con cose speciali per il figlio maggiore (preparate una borsa con del cibo e tenetela in frigo per il momento in cui il piccolo piange). Preparate anche libri, carte da gioco, bambole, pastelli, un giradischi con delle storie da ascoltare, voci divertenti, canzoni, giocattoli assortiti, magari un piccolo snack o un succo di frutta, infilate i giocattoli in un sacchetto di carta per il pranzo da usare come borsa a sorpresa e diversivo per i momenti disperati
  • fate lo sforzo di notare e incoraggiare un atteggiamento positivo del figlio maggiore
  • quando il piccolo è accontentato o sta per addormentarsi ditegli che voi e il fratellone state per fare qualcosa di speciale insieme come colorare, impastare, andare sull’altalena ma che i neonati sono troppo piccoli per questi divertimenti (fate attenzione che il grande ascolti)
  • non date al piccolo oggetti preziosi come la coperta o il gioco preferito del più grande senza chiedergli il permesso
  • introducete dei cambiamenti, come avvicinare la culla al letto o iniziare il prescuola prima dell’arrivo del bimbo. Un nuovo piccolo e lo sconvolgimento che comporta per tutti è già abbastanza
  • Regressione e risentimento sono reazioni normalissime al cambiamento della vostra attenzione nei confronti del figlio maggiore. Se il maggiore esprime scontentezza o sentimenti negativi potete rispondere così: “sembra che tu sia arrabbiato col bebè perché piange tanto e necessita di molta della mia attenzione“. Lasciate che il bimbo esterni in modo spontaneo i suoi sentimenti, più il vostro grande si comporterà in modo poco amabile e più avrà bisogno di coccole e abbracci, ma mettete bene in chiaro che non è accettabile che faccia del male al più piccolo.

Unimamme e voi come avete preparato il terreno per l’arrivo di un nuovo bebè?

I vostri figli sono andati subito d’accordo?

Il legame tra fratelli è davvero speciale e va coltivato con cura, voi cosa ne pensate?

Dite la vostra se vi va.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta