Finalmente una App per giocare coi figli senza essere disturbati!

Una App capace di “isolare” lo smartphone e dedicarci esclusivamente ai nostri figli. Si chiama PlayTimer, è gratuita ed è stata ideata dall’Unicef.

playtimerIn qualunque luogo, ormai, gli smartphone impazzano. Al ristorante, al cinema (in modalità silenziosa), a scuola, nei treni, mentre si fa la spesa è ormai prassi vedere gente che riesce a svolgere qualsiasi attività con lo smartphone in mano, un po’ come un’appendice della quale non si può più fare a meno.

Giocare coi figli in tempi moderni

Anche il parco, chiaramente, è pieno di genitori che, invece di giocare con i propri figli, si distraggono a leggere la posta o a controllare il proprio profilo sui social network o per altre mille ragioni. Ebbene, da oggi, sarà possibile scegliere di dedicarsi completamente ai nostri figli con una semplice applicazione.

È un’idea condotta e sviluppata da Unicef Svezia che ha creato una App capace di bloccare lo smartphone per dedicarsi completamente ai propri figli.

L’applicazione si chiama PlayTimer e si attiva scattando una foto al bambino, da quel momento lo smartphone, per la durata di un’ora, si metterà in una sorta di stand-by e, se il genitore, prima della scadenza dell’ora prevista utilizza lo stesso, viene emesso un allarme che lo richiama all’ordine. Per metter a tacere l’allarme sarà necessario scattare un’altra foto del bambino.

L’Unicef, sempre attenta alle problematiche inerenti l’infanzia, ha deciso di metter sul mercato questa App (del tutto gratis) dopo aver condotto un’indagine in Svezia, in seguito alla quale si è dedotto che oltre la metà dei genitori intervistati, con figli di età inferiore ai 12 anni, utilizza lo smartphone per faccende di lavoro anche dopo l’orario di ufficio e di questi genitore quasi il 50% sostiene che, se non fossero sempre connessi, passerebbero più tempo con i propri figli.

Dall’Unicef Svezia, quindi, dichiarano “Abbiamo sviluppato questa app anche per ricordare alle aziende che hanno delle responsabilità nei confronti dei lavoratori con figli”.

Niente male, no? Almeno c’è qualcuno che pensa a richiamarci all’ordine e che ci “obbliga” a dare le nostre attenzioni ai nostri figli, almeno per quell’ora che abbiamo deciso di dedicare loro.

E voi unimamme, scarichereste questa App? E i vostri mariti? (nel caso, potete farlo direttamente nella pagina Itunes della Apple dedicata 

 

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta