Internet: la tecnologia che cambia le relazioni tra genitori e figli

Uno studio condotto su bambini nei primi due anni di vita, ci indica quali sono gli effetti di internet sulla educazione e la crescita dei nostri figli.

bambino piccolo circa due anni con occhiali davanti lo schermo di un personal computer

Quando alcune abitudini vengono adottate nella quotidianità, non ci si ferma quasi più a pensare quali effetti abbiano e come interagiscano sulla socialità.

Soprattutto nei primi anni di vita, i nostri figli assorbono come spugne gli input provenienti dal mondo esterno, e di questo mondo ormai la tecnologia ne è parte integrante ed a volte invadente.

L’avvento di Internet ha prodotto una rivoluzione che potrebbe, sin dai primi anni di vita,  sensibilmente cambiare i cittadini e la loro socialità.

Più di quanto abbia fatto negli anni ’30 il telefono, o la televisione tra gli anni ’50 e ’60, internet e smartphone impattano sullo stile di vita delle persone.

Ma cosa rappresenta Internet nella socialità di un bambino?

Questa tecnologia sta migliorando o danneggiando la partecipazione alla vita della comunità e delle relazioni sociali?

Ci siamo soffermati su una ricerca effettuata dall’ Apa (American Psychological Association), che ha esaminato :

  • l’impatto sociale e psicologico di internet in 73 famiglie

La ricerca ha coinvolto:

  • 169 persone
  • è stata condotta durante i primi 2 anni vita dei bambini.

In questo periodo Internet è stato ampiamente utilizzato dalle famiglie.

Dai dati ricavati, questi risultano essere gli effetti legati ad un maggiore utilizzo Internet, sul coinvolgimento sociale ed il benessere psicologico :

  • al maggiore utilizzo di internet, maggiore è il calo di comunicazione dei partecipanti allo studio con i familiari della casa.
  • il largo utilizzo di Internet ha evidenziato un declino generale alla partecipazione sociale anche allargata (non solo familiari, ma anche tra amici)
  • aumento della depressione e della solitudine

Questi risultati hanno evidentemente implicazioni forti per la ricerca, per l’ordine pubblico, per la progettazione di tecnologia e per gli equilibri del nucleo familiare.

Facilmente si intuisce come questi fattori possono influire fortemente nell’educazione trasmessa ai figli sin dalla nascita, e nell’istaurarsi delle armonie tra genitori e figli.

In un nostro articolo abbiamo riportato di come, anche la sorella di Zuckerberg, il creatore di Facebook, si fosse dichiarata contraria all’uso/abuso della tecnologia.

Insomma, ci troviamo nel bel mezzo della  rivoluzione digitale.

I genitori in quanto educatori, sono i primi attori ad avere la responsabilità di riequilibrare il rapporto tra uomo e tecnologia.

Il mondo digitale è uno strumento magnifico del sapere umano, ma va conosciuto e riconosciuto… Soprattutto, non può essere l’alternativa al mondo reale.

E voi unimamme che ne pensate? Anche in casa votra la tecnologia la fa “da padrona”?

Firma: Manuela Leone

Notizie Correlate

Commenta