“La ragazza senza paura”: la bambina che sfida il toro di Wall Street (FOTO)

Una “Ragazza senza paura” simboleggia la forza delle donne.

Wall Street è famosa per il fatto di essere “rappresentata” dalla famosissima statua del toro, messa lì nel 1989 per simboleggiare il ritorno di Wall Street dopo il crollo della Borsa: una forma di materializzazione delle qualità maschili, come la forza e la potenza e forse anche un po’ di cattiveria che bisogna avere per lavorare in un ambiente spietato.

Per la Festa della Donna è però accaduto qualcosa e la statua del toro non è più da sola.

“La ragazza senza paura”: la statua che sta facendo discutere 

In occasione dell’8 marzo infatti è comparsa proprio di fronte un’altra statua, alla quale è impossibile rimanere indifferente: si tratta di una bambina con i pugni sui fianchi in posizione fiera, che sembra guardare il toro in atteggiamento di sfida. Non a caso la statua si chiama “The Fearless Girl, “La ragazza senza paura“, un’esposizione in bronzo che rimarrà per un mese ed è stata creata dall’artista Kristen Visbal.

Kristen ha dichiarato di essersi ispirata alla figlia di 9 anni di alcuni amici. La statua è stata voluta dalla State Street Global Advisors, tra le tre società più grandi al mondo a gestire aziende e istituzioni, per sensibilizzare l’opinione pubblica sul ruolo delle donne all’interno del mercato del lavoro.

Ai piedi della stuatua una placca circolare con su scritto: “CONOSCI IL POTERE DELLE DONNE NELLA LEADERSHIP / LEI FA LA DIFFERENZA“.

L’istallazione artistica fa parte in realtà di un progetto più ampio per chiedere a 3500 aziende di investire di più sulle donne e aumentare il numero delle dirigenti.

Il messaggio è sicuramente importante anche se qualcuno l’ha criticato spiegando che esprime una realtà controversa: la State Street infatti ha solo 3 donne che siedono nel consiglio di amministrazione, su 11 posti, ovvero il 27%. “Il 27% è meglio di niente” ha risposto il capo delle pubbliche relazioni Ann McNally.

Al di là di queste polemiche, i newyorkesi sembrano apprezzare molto l’istallazione, come si legge su Buzzfeed, considerandola un simbolo di femminismo e di forza delle donne.

La statua sarà appunto presente a Wall Street per un mese, ma se la città lo considerasse opportuno, potrebbe rimanere permanente. Sicuramente una dimostrazione per tutto quell’universo femminile troppo spesso sottovalutato, soprattutto le madri che devono scegliere tra lavoro e famiglia, affinché le cose migliorino e nei posti di importanti aziende possano risiederci anche le mamme, senza per questo “dover fare gli uomini”.

E voi unimamme cosa ne pensate?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta