Lampade abbronzanti e i giovani: un grave rischio per la salute

Un recente studio scientifico sottolinea la relazione tra l’insorgere di tumori cutanei e le lampade abbronzanti.

lampada abbronzante

Curare il proprio aspetto fino all’estremo è una delle mode del nostro tempo, per la quale si è disposti a spendere soldi e fare le capriole pur di trovare un momento libero e recarsi dall’estetista di turno per cerette e lampade.

Forse non tutti sapranno però che proprio quest’ultima attività comporta dei gravi rischi per la nostra salute.

Un recente studio della University of Cambridge in collaborazione con la University of California di San Francisco ha sottolineato i pericoli di incorrere in un tumore della pelle a causa di docce e lettini abbronzanti.

Lo studio si è svolto con la seguente modalità:

  • prendendo in considerazione 88 studi su questo argomento
  • analizzando 400 mila soggetti tra Stati Uniti, Europa e Canada.

I dati purtroppo non sono incoraggianti e, soprattutto, non riguardano solo adulti, ma anche ragazzi adolescenti:

  • il 22% di coloro che si sottopongono all’uso delle lampade rischiano di sviluppare un tumore alla pelle non melanoma (soprattutto carcinomi squamocellulare e basocellulare)
  • l’insorgere di un melanoma si attesta tra il 2,6% e il 9% dei casi
  • in Europa i casi di melanoma attribuibili alla tintarella sono 3400 l’anno
  • la presenza di tumori aumenta nei soggetti che si sono esposti alle lampade artificiali fin da ragazzi.

Questa ricerca invita a una maggior consapevolezza nelle nostre abitudini quotidiane che, come rivelato qui sopra, possono danneggiarci seriamente.

Care unimamme ora la parola va a voi: i vostri figli fanno abitualmente una lampada dall’estetista? Avvisateli e se non vi credono, mostrate loro i risultati di questa ricerca.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta