Leggere in famiglia sin dalla nascita aiuta i bambini a sviluppare il cervello

Secondo un recente studio leggere ai bambini sotto i 6 anni li aiuta a sviluppare il cervello.

lettura in famiglia

L’amore per la lettura è qualcosa che si apprende in famiglia, fin dall’inizio della vita dei bambini, anche la scienza ce lo ricorda.

L’American Academy of Pediatrics suggerisce che i genitori leggano ai piccoli ad alta voce in modo da incoraggiare un apprendimento precoce.

Leggere in famiglia promuove lo sviluppo del cervello dei bambini

Uno studio pubblicato appunto su Pediatrics sottolinea come nei bambini esposti a maggiori letture a casa ci siano più percorsi del cervello attivi rispetto ai piccoli a cui i genitori non leggono nulla.

L’indagine presa in considerazione è la prima in cui sono state usate le ecografie della risonanza magnetica per guardare alla stimolazione cognitiva in casa del cervello dei bambini in età prescolare.

Ecco come si è svolto lo studio riportato anche su Reuters:

  • sono stati considerati 19 bambini in età prescolare
  • l’età dei partecipanti era tra i 3 e i 5 anni
  • erano compresi anche 7 bambini proveniente da famiglie a basso reddito
  • le persone che si occupano dei bambini hanno completato dei questionari su quanto leggevano ai figli, sull’accesso dei bambini ai libri, all’interazione genitore e figli, sul gioco e sull’insegnamento dei bambini riguardo il riconoscimento dei numeri e le forme
  • mentre ai piccini venivano lette delle storie tramite le cuffie venivano fatte loro delle ecografie che evidenziavano il cambiamento di ossigeno nel flusso sanguigno, cosa che indirettamente dava accesso all’attività del cervello
  • è stato osservato che più i genitori leggevano ai figli più attività i ricercatori osservavano nei lobi parietali dei bimbi, zona dedicata all‘estrazione di significato dal linguaggio

Gli scienziati hanno notato anche attività nella parte dei lobi occipitali molto importante per la visualizzazione.

“Alcune delle attività più importanti sono situate nella parte visuale, il lobo occipitale. Questi bambini hanno più esperienza vedendo quello che stanno ascoltando” sottolinea il dottor Hutton, a capo della ricerca.

I ricercatori hanno preso in considerazione anche:

  • età
  • sesso
  • reddito famigliare

“Questi risultati dovrebbero rinforzare il valore dell’immaginazione” ha aggiunto il dottore.

Quindi lo scienziato invita i genitori a leggere ai figli spesso e abbondantemente conversando con i bambini andando anche al di là di ciò che vi è sulla pagina.

Il dottor Fernando Mendoza aggiunge che prima i bambini vengono esposti alla lettura, ai numeri, ai colori, meglio sarà per la lettura.

Noi vi suggeriamo inoltre un’altra ricerca che indaga se la lettura renda i piccoli più intelligenti.

Voi Unimamme cosa ne pensate? Leggete spesso ai vostri bimbi e commentate con loro le storie lette?

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta