Una mamma dona più di 500 litri di latte in onore del figlio morto (FOTO&VIDEO)

Una mamma ha compiuto un grande gesto di solidarietà dopo aver perso il figlio di 10 mesi.

woman-donates-breast-milk-today-160809-02_c29deea41c718eca86aa1a65128d8c8a.today-inline-largeUnimamme, ci sono persone che riescono a trovare uno scopo da un grande dramma, come accaduto a Demi Frandsen, mamma del piccolo Leo.

La donna ha partorito il figlio con due mesi di anticipo con un cesareo d’urgenza. Il piccolo pesava meno di 1 kg e subito i medici gli hanno diagnosticato una malattia molto rara: la gastroschisi.

Una mamma ha compiuto un grande gesto per tanti bambini

Il piccino ha trascorso i suoi unici 10 mesi di vita nel reparto di terapia intensiva, sua mamma ha potuto prenderlo in braccio per la prima volta solo dopo un mese.

Nonostante non sia mai stato in grado di parlare Leo ha imparato a comunicare con i segni. 

Non dimenticherò mai come i suoi occhi si sono fissati nei miei quando ho potuto finalmente stringerlo tra le mie braccia ha riferito la donna a Today.

Demi però si sentiva spesso impotente a sedere per ore vicino al figlio e così allattarlo era l’unico modo per aiutarlo. Si svegliava ogni 3 ore per tirarsi il latte.

Dal momento che Leo non poteva tollerare molto latte Demi ha pensato di donarlo a tanti altri bambini bisognosi.

Demi conosceva il valore del suo latte e voleva poterlo condividere con altre persone che ne avevano bisogno” ha riferito il marito.

Solitamente ai bambini affetti da gastroschisi gli organi vengono rimessi a posto con un’operazione chirurgica, ma questo non è stato possibile nel caso di Leo a causa della sua costituzione e dai polmoni non sviluppati.

“Quasi tutti gli organi addominali di Leo erano fuori dal suo corpo e anche con una copertura artificiale Leo soffriva di frequenti infezioni” ha riferito la mamma.

Demi non perdeva però la speranza di portare a casa suo figlio e continuava a tirarsi il latte.

Tenevo scorte per il momento in cui sarebbe stato capace di bere latte e per stimolare il rilascio tenevo un sacchetto di riso scaldato sul mio petto per simulare il calore di un bimbo mentre guardavo le foto di Leo dice la mamma.

woman-donates-breast-milk-today-160809-01_c29deea41c718eca86aa1a65128d8c8a.today-inline-large

Purtroppo Leo non ce l’ha fatta, le sue condizioni erano troppo gravi.

La sua mamma però ha continuato a produrre latte: “dire al mio corpo di smettere di produrre latte per un bambino che non era più tra noi era ancora più emotivo di non essere in grado di allattarlo mentre era qui, è istinto di una mamma provvedere al proprio figlio, dovevo far sì che il mio corpo mettesse a tacere quell’istinto”.

woman-donates-breast-milk-today-160809-03_c29deea41c718eca86aa1a65128d8c8a.today-inline-large

Così Demi ha regalato il suo latte alla Denver Milk Bank raggiungendo un record: ha infatti donato più di 500 litri.

Conosco la disperata sensazione di aver bisogno che tuo figlio stia bene. Volevo aiutare quelle mamme che sentivano lo stesso dolore nel modo in cui potevo farlo”

“Se avevano bisogno del latte per i loro bambini io mi sentivo onorata di poter dare il mio piccolo contributo alla lotta di quei bambini“.

woman-donates-breast-milk-today-160809-04_c29deea41c718eca86aa1a65128d8c8a.today-inline-large

Una consulente per l’allattamento ha osservato su 6 wowt news: “con tutto quello che stava accadendo nella sua vita ha trovato il modo di dare qualcosa agli altri bambini”.

Il latte di Demi è stato sterilizzato e pastorizzato prima di essere inviato alla Banca del Latte di Denver.  Tale latte poi andrà ai bambini presenti nel reparto di terapia intensiva del Children’s Hospital: si tratta di bambini piccolini, malati, le cui madri non possono dare latte.

 

Demi ha dichiarato: “La sua vita ha avuto un valore.  La sua vita in 10 mesi sono stati i mesi più belli della mia vita” ha detto la mamma del bimbo.

Martin, il padre di Leo, ha aggiunto: “è stato qualcosa che hanno fatto insieme. E’ meraviglioso come il loro regalo di latte donato dia vita, anche dopo una perdita”.

Unimamme e voi cosa ne pensate di questa commovente storia?

Noi vi lasciamo con la storia di un bimbo che ha vissuto 100 minuti ed è diventato il più giovane donatore di organi.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta