Mamme cacciate dai luoghi pubblici perché allattavano: flashmob in 50 città

Flashmob organizzato in 50 città italiane per sostenere l’allattamento al seno in pubblico dopo diversi casi di mamme allontanate da luoghi pubblici.

OVUNQUELODESIDERI_SOCIAL

Unimamme, forse ricorderete un caso che ha generato parecchio scalpore alcune settimane fa: una mamma che stava allattando nell’ufficio delle Poste di Biella è stata allontanata insieme al suo bambino di 3 mesi.

L’allattamento è ovunque lo desideri: flashmob in 50 città

Francesca Castelli, la mamma protagonista di quest vicenda, aveva denunciato subito l’accaduto, trovando la solidarietà di moltissime altre persone. A suo tempo Francesco Bianchi, responsabile di Poste Nord Ovest, aveva dichiarato che si era trattato di un fraintendimento.

Non è vietato allattare negli uffici postali – ha sostenuto il dirigente – le nostre politiche sono rosa e sono donne più della metà del nostro personale”.

A ogni modo, per esprimere sostegno nei confronti di questa donna, un gruppo di donne che ha subito discriminazioni ha deciso di organizzare un flashmob per sabato 11 febbraio dalle 11 alle 17 in 50 città italiane.

Ovunque lo desideri” è la manifestazione promossa per normalizzare l’allattamento in pubblico.

Le organizzatrici ricordano la vicenda di Raffaella Sottile, una mamma che si è sentita dire che “aveva sempre le tette di fuori” presso uno stabilimento balneare in provincia di Imperia. A seguito di questo avvenimento sono emerse molte altre testimonianze di mamme che hanno dovuto subire offese per aver allattato in pubblico.

A sostegno della loro iniziativa queste mamme citano l’OMS che promuove l’allattamento al seno fino a 2 anni di età e le Nazioni Unite che hanno dichiarato che l‘allattamento al seno è una questione di diritti umani. 

Crediamo che cacciare una madre che allatta, farla sentire fuori luogo, insinuare in lei il dubbio che stia facendo qualcosa di riprovevole sia un insulto alla MATERNITÀ, alle DONNE e alle FAMIGLIE” scrivono le organizzatrici della manifestazione.

Il Ministro per la semplificazione e la pubblica istruzione ha recentemente emanato una direttiva per sensibilizzare gli uffici pubblici sull’argomento.

Purtroppo c’è ancora un vuoto normativo che impedisce di tutelare l’allattamento al seno in pubblico. Per questo motivo nasce, in collaborazione con Mami – Movimento Allattamento Materno Italiano, il flash mob di cui vi parliamo.

La manifestazione si terrà anche davanti al Teatro Ariston di San Remo.

Se volete a questo indirizzo potete firmare la petizione per evitare che  a una mamma accada ciò che è successo a Raffaella e Francesca.

Qui invece potete trovare la mappa in aggiornamento di tutti i flash mob.

Unimamme voi parteciperete a questo evento?

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta