Un papà che ha perso moglie e figlio trasforma il lutto in speranza (FOTO)

4000 km in un anno: questo l’impegno di Cristian, un papà che ha perso moglie e figlio e che ha trasformato il dolore in solidarietà per i bambini con malattie rare. Seguiamolo nel suo viaggio d’amore.

Christian Cappello, un papà che ha subito un terribile lutto, ha deciso di reagire convertendo la sua disperazione in un progetto benefico che si chiama #Marta4Kids.
fibrosi cistica

Un papà intraprende un viaggio a piedi per aiutare i bambini affetti da fibrosi cistica

Christian è in viaggio dal 2 aprile, giorni in cui sarebbe dovuto nascere suo figlio Leonardo ed è partito da Bassano del Grappa per attraversare il Belpaese visitando ogni settimana un ospedale specializzato nella lotta alla fibrosi cistica.

Il motivo per cui Christian Cappello sta facendo tutto questo è presto spiegato, lui è marito di Marta Lazzarin, una blogger veneta esperta di viaggi che purtroppo è morta di parto al 7° mese di gravidanza, qualche mese fa.

cappelloPer tener vivo il suo ricordo il marito ha deciso di realizzare il sogno nel cassetto della moglie: viaggiare per l’Italia e raccontando le realtà e le bellezze del nostro Paese, sconosciute ai più così come sono sconosciute le malattie rare. Circa 4 mila km in 325 giorni.

Al  sogno della moglie Christian ha aggiunto quindi l’impegno per i bambini affetti da fibrosi cistica, una malattia rara che colpisce 1 bambino su 2500.

Ecco come spiega la sua scelta, direttamente dal suo blog: “con foto e racconti  vorrei dare la possibilità a tutti, anche a coloro impossibilitati nel farlo di persona, di poter vedere attraverso i miei occhi e virtualmente anche con quelli di Marta e Leonardo, tutte le meraviglie che per strada incontrerò. Ho scelto di donare i fondi alla ricerca per la fibrosi cistica perché ho avuto la possibilità di vedere questi bambini in ospedale che non possono nemmeno respirare, voglio dare aiuto nel mio piccolo a loro. Essendo una malattia rara, che colpisce un bambino su 2500, i fondi in Italia, ma anche nel mondo, non sono abbastanza”.

Ogni mattina quest’uomo si alza per camminare e comunica la sua esatta posizione in modo che chiunque voglia possa unirsi a lui, attraverso il suo blog Blogdiviaggi.

Durante il giorno visita i luoghi prefissati , tra cui anche gli ospedali, e poi aggiornerà la sua pagina blog, mentre la sera partecipa ad eventi di beneficenza e conferenze stampa, spesso organizzati da persone che attendono il suo arrivo.

Per quanto riguarda l’ospitalità non c’è problema perché cappello.

“La vita non è facile, non lo è per me soprattutto in questo periodo e non lo è di sicuro per molti di voi, l’importante è continuare a credere senza buttarsi giù, senza cadere nello sconforto, nella rabbia o pensando “perché è successo a me”, tanto una risposta a questa domanda non la si trova, me lo ripeto continuamente.

Il futuro è per me una parola così astratta che ora come ora è faticoso far programmi a lungo termine, mi concentro in quest’anno, è necessario seguire i propri sogni.

L’amore  è la cosa più bella del mondo, per me è stata la cosa più importante della vita. Un bacio alla moglie, alla fidanzata ad un figlio, una stretta di mano ad un collega,  2 belle parole, una carezza è tutto ciò che importa veramentescrive  Christian sulle pagine del suo blog.

“Far del bene aiuta tanto anche a chi lo fa, non solo a chi lo riceve” aggiunge ancora Christian.

Marta4Kkids si è costituita come Onlus e di seguito vi presentiamo le indicazioni per fare una donazione:

Intestatario : MARTA4KIDS ONLUS

iban: IT48X0200860260000104117188

Per contattare l’associazione: info@marta4kids.com

Unimamme, noi elogiamo l’impegno di Christian che sta spendendo il suo tempo per aiutare il prossimo.

Voi cosa ne pensate della sua esperienza? Lo vorreste incontrare durante il suo viaggio, potete farlo seguendolo sul suo blog!

Noi vi lasciamo con un articolo su ciò che si può fare per prevenire le malattie congenite.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta