La musica ai più piccoli!

L’apprendimento musicale è importantissimo per il vostro bimbo, scopriamo insieme il perché.

L’apprendimento musicale per i bambini è qualcosa di molto importante perchè guidare un bambino al contatto e all’ascolto della musica si rivela elemento fondante per le sua crescita e per lo sviluppo della sua creatività.

Non dimentichiamoci infatti che ” non di solo pane vive l’uomo” affermazione che nella sua semplicità traduce un senso profondo proprio perchè tutto ciò che nella vita apprendiamo ed impariamo ad apprezzare,, soprattutto durate l’infanzia o nell’adolescenza, si rivela nel corso della nostra esistenza un bagaglio importante da cui attingere a piene mani, un piccolo tesoro personale che diventa parte integrante del nostro io.

Senza contare che “apprendere” la musica, cioè imparare a suonarla e anche perchè no, a leggerla vuol dire apprendere abilità che investono aree dell’intelligenza che hanno a che fare con i processi logici e anche relazionali.

E’ importante quindi che il rapporto con la musica dei nostri piccoli venga il più possibile favorito fin dalla tenera età.

Da un documento dell’ Aigam ( Associazione italiana Gordon per l’apprendimento musicale) si evince infatti che entrare in contatto con la musica per i bambini che magari si trovano in situazioni di disagio ( come potrebbe essere la separazione dai genitori ecc..) aiuta il bimbo a “non chiudersi” al mondo, favorendo la permanenza di un contatto con il mondo esterno e aiutandoli nel vivere un momento delicato e in molti casi assai doloroso. senza contare quanto la musica, come più in generale tutte le esperienze sensoriali che il bambino viene invitato a compiere, tra cui ad esempio il anche movimento, diventino strumento stesso attraverso cui il piccolo conosce il mondo al di fuori di sé.

Altro fattore importante con cui i bambini si trovano ad avere a che fare al momento dell‘apprendimento musicale, con l’impegno e la disciplina che lo studio di uno strumento porta con sè, lezione assai utile i cui effetti si riveleranno positivi anche in altre aree della loro vita, come in campo scolastico o proprio nei termini della “discipilina interiore”: “imparo con calma a fare qualcosa e ne vedo il risultato grazie al mio sforzo personale!”

E poi c’è la “magia” della musica da intendersi come la capacità che questa disciplina possiede di esprimere “ciò che è difficile esprimere” ad esempio con le parole,  portando con sé e facendo scaturire emozioni in chi ascolta!

E allora perchè no, quest’anno a Natale regalate un piccolo strumento musicale ai vostri bambini o fategli ascoltare tanta musica !

 

Firma: Gioia Salvatori

Notizie Correlate

Commenta