Paracetamolo dannoso in gravidanza?

Secondo una ricerca recente, assumere il paracetamolo in gravidanza influirebbe sulla tendenza a sviluppare il deficit di attenzione e iperattività nei bambini.

Una donna incinta tiene in mano delle pilloleQuando una donna è in dolce attesa, una delle domande più comuni è: “posso prendere dei farmaci in gravidanza?“.

Nel caso in cui ad esempio si contraesse la febbre, infatti, come ci si può curare senza rischi per il feto?

Quando esposi questo problema al mio ginecologo mi disse: “si possono assumere con le dovute cautele quasi tutti i farmaci, tranne gli psicofarmaci e quelli che trattano le crisi epilettiche”.

Si sbagliava?

Il paracetamolo in gravidanza comporta dei rischi per il nascituro

Ebbene, secondo una ricerca condotta dall’Università della California  e dall’Università di Aarhus, assumere paracetamolo in gravidanza comporterebbe dei rischi.

Lo studio, pubblicato sul  Journal of American Medical Association (JAMA) Pediatrics, ha preso in esame:

  •  64mila donne danesi fra il 1996 e il 2002, le quali si erano curate in gran parte con il paracetamolo durante i nove mesi di gestazione.

Secondo il rapporto, le future mamme che hanno assunto il farmaco durante la gravidanza hanno:

  • il 29% in più di probabilità che i figli siano affetti dall’ADHD, ovvero da deficit di attenzione e iperattività.
  • irischio sarebbe addirittura più alto (il 37%) nel caso di  disturbo ipercinetico, una forma particolarmente grave di ADHD.
  • è  invece del 13% la possibilità che i bimbi manifestino gli stessi comportamenti dell’ADHD.

I dati forniti sono effettivamente preoccupanti, ma solo un anno fa una ricerca del Journal of Autism and Developmental Disorders riportava che curare la febbre in gravidanza con il paracetamolo aiuterebbe a ridurre il rischio di autismo nei primi anni di vita.

La ricerca ha preso in esame bambini dai 2 ai 5 anni:

  • 538 con autismo, 
  • 163 con problemi comportamentali ma non autistici
  •  421 nelle normali condizioni di crescita.

Se la donna decide di non curare la febbre alta con i farmaci, la probabilità di avere delle complicanze aumenta.

Quindi questa ricerca afferma esattamente l’opposto sull’uso del paracetamolo in gravidanza.

Come ci si deve comportare quindi? Usarlo solo in caso di febbre e non per i dolori? E voi unimamme come vi siete comportate durante la gravidanza?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta