La salute dei bambini è influenzata dal tipo di parto

Uno studio recente spiega perché i bambini nati con parto cesareo possono avere problemi di salute.

donne cesareo pigre 4Si avvicina il momento del parto e cominciate a pensare se sia meglio un parto naturale o quello cesareo. La paura di soffrire è una dei motivi maggiori che porta una donna a voler optare per un parto cesareo.

Ma la scelta di come mettere al mondo vostro figlio, potrà influenzare la sua salute?

Bambini nati con parto cesareo corrono un rischio maggiore di sviluppare allergie

Una recente scoperta prova a dare una risposta alla nostra domanda.

Secondo ricercatori svedesi del KTH Royal Institute of Technology, che hanno pubblicato i risultati della loro ricerca sulla rivista Gut, i bambini nati con parto cesareo correrebbero un rischio più elevato di sviluppare allergie a causa di una mancanza di batteri nel loro tratto gastrointestinale.

E’ bastato lo studio della flora intestinale di bambini nati

  • con parto naturale
  • con parto cesareo.

Infatti fino almeno ai primi due anni di vita, la flora intestinale dei nascituri con cesareo risulta più ristretta e meno ricca di quei batteri buoni che aiutano:

  • sia la salute del tratto digerente,
  • sia il corretto sviluppo del sistema immunitario del bambino.

Nei neonati venuti al mondo con cesareo gli esperti hanno trovato:

  • la carenza dell’importante gruppo dei Bacteroidetes che è stato collegato al corretto sviluppo del sistema immunitario
  • la presenza eccessiva di chemochine, molecole collegate alle allergie.

La spiegazione a tutto ciò è che, a differenza di quanto avviene nel parto naturale, col taglio cesareo il bambino, il cui intestino fino al momento della nascita è sterile, non passa nel canale del parto e quindi non acquisisce i batteri materni in quantità e qualità adeguate.

Sembrerebbe quindi che il parto naturale sia già il primo passo per rendere più forte la salute del vostro bimbo .

Dunque unimamme, questa notizia vi aiuterà ad essere più coraggiose ad affrontare un parto naturale? Noi speriamo di si!

Firma: Cristina Cordischi

Notizie Correlate

Commenta