Le cellule dei bambini che passano alla mamma le fanno vivere di piu’

Perché le donne che hanno figli vivono più a lungo e sono meno esposte alle malattie? La risposta si trova nel microchimerismo.

microchimerismo

In gravidanza le future mamme  sono dei veri e propri mutaforme e le loro pance crescono come la luna.

Dopo il parto le mamme sono portatrici di un altro tipo di magia: il microchimerismo, ovvero una condizione nella quale la donna ospita cellule che sono state generate nei loro bambini e che non decadono dopo la nascita, e della quale vi abbiamo già parlato in merito alla scoperta di cellule del bambino nel cervello della mamma.

Microchimerismo: cos’è e che benefici ha

Il nome microchimerismo deriva dalla Chimera, mostro mitologico che sputava fuoco e che aveva una testa di leonessa, un’altra testa di capra cresciuta sulla schiena  e la coda di un serpente. Nella mitologia greca la chimera era presagio di tempeste e disastri naturali. Al contrario il microchimerismo materno sembrerebbe avere esiti contrari, ovvero portare effetti positivi nella donna che ospita le cellule geneticamente diverse.

Alcuni studi dimostrano che nelle donne  che possiedono queste cellule il tasso mortalità scende di circa il 60%, soprattutto per la drastica diminuzione dell’incidenza di malattie tumorali.

I motivi di queste evidenze positive non sono ancora chiarissimi per la scienza. Le ipotesi più valide sostengono che il microchimerismo  aumenti la cosiddetta sorveglianza immunitaria, ovvero l’abilità del corpo di riconoscere e distruggere i patogeni e le cellule che potrebbero diventare tumorali.

Inoltre il microchimerismo pare essere associato anche ad un minore rischio di Alzheimer e di cancro ai polmoni.

Le ricerche più recenti si sono concentrate sulla preeclampsia, una sindrome gravidica che provoca un’elevata pressione nel sangue e che causa un alto scambio di cellule tra il feto e la madre, e sulle connessione tra questa condizione e tumori al seno.

Altre ricerche si rivolgono al rapporto tra microchimerismo e allergie: infatti le donne con più figli sembrano avere meno allergie rispetto a quelle che ne hanno meno.

Le conclusioni del Prof. Kamper-Jorgensen, autore delle principali ricerche in tema, lo portano ad affermare: “Avere figli protegge dal cancro al seno, ma non sappiamo davvero perché. Se hai figli vivi più a lungo, ma anche in questo caso non sappiamo esattamente il motivo. Le donne vivono più a lungo degli uomini, ma non sappiamo il perché. Tutto potrebbe essere correlato al microchimerismo, ma ancora dobbiamo capirlo con certezza”.

E voi unimamme? Cosa ne pensate?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta