I bambini prematuri sono più sensibili? Uno studio spiega perché

Secondo una ricerca i bambini nati prematuri sono inclini a sviluppare problemi di salute mentale una volta cresciuti.

prematuri

 

Unimamme, sappiamo che i piccoli prematuri, alla nascita, sono molto fragili e necessitano di cure particolari, ora uno studio della McMaster Univerity ha dimostrato che crescendo, questi bambini, possono andare incontro a problematiche finora trascurate.

I ricercatori hanno scoperto che, a distanza di tre decadi, i bambini che alla nascita pesavano meno di 1 kg erano 2 volte e 1/2 più propensi a sviluppare problemi mentali come:

  • depressione
  • ansia
  • deficit di attenzione
  • iperattività (ADHD)

A fronte di tutto questo però i piccoli prematuri sono meno inclini ad abusare dell’alcol o di altre sostanze.

Il Dottor Ryan Van Lieshout, autore di questo importante studio pubblicato sul Journal of Pediatrics, sostiene che essere a conoscenza di tutto ciò “aiuterà a prevenire, trattare e individuare i disturbi mentali in questa parte di popolazione”.

Il dottore spiega così l’insorgere di questi problemi relativi alla salute mentale “essi sono dovuti all’ambiente fisiologico stressante a cui sono stati esposti fino alla nascita. Molto probabilmente è accaduto qualcosa, nell’utero per far sì che nascessero così presto, qualcosa che era stressante dal punto di vista fisico”.

Come ha spiegato Lieshout i prematuri sono stati assistiti con varie operazioni salvavita, ma purtroppo si tratta di trattamenti diversi dall’ambiente presente nel grembo materno.

Bambini prematuri e problemi mentali: uno studio indaga

La ricerca è stata condotta in questo modo:

  • sono stati considerati 84 adulti che alla nascita pesavano meno di 1 kg.
  • da bambini queste persone erano state trasferite presso l’unità della McMaster tra il 1977 e il 1982
  • questi prematuri sono stati comparati ad altre 90 persone che alla nascita avevano un peso normale

L’unità dedicata ai prematuri della McMaster, nel tempo, è riuscita ad aumentare la percentuale di bimbi prematuri che sono riusciti a sopravvivere.

Anche il dottor Saroj Saigal ha condotto degli studi in questo campo e ha scoperto che i prematuri:

  • erano più suscettibili di avere la pressione sanguigna alta 
  • erano inclini ad anomalie per quanto riguarda l’insulina
  • erano più a rischio di diabete di tipo 2

Van Lieshout ha rilevato anche che i prematuri:

  • hanno maggiori difficoltà a scuol
  • hanno maggiori problemi di salute
  • possono sviluppare problemi di salute mentale

 

Più difficile però è spiegare perché non siano inclini a diventare dipendenti da sostanze.

Una spiegazione potrebbe essere quella per cui essendo più timidi hanno meno occasioni sociali e quindi opportunità di diventare dipendenti da sostanze, ma naturalmente bisognerà approfondire l’argomento.

Unimamme e voi cosa ne pensate di questi risultati?

La vostra eventuale esperienza con bimbi prematuri può confermare questo affermato in questa ricerca?

Sappiamo che i genitori dei bimbi prematuri hanno almeno 5 motivi di orgoglio e certamente non è detto che tutti i bambini nati prematuramente sviluppino in seguito problemi di salute mentale, questi sono solo i risultati di una ricerca svolta a proposito.

Unimamme dite la vostra se vi va.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta