Primo soccorso

Interventi di primo soccorso in caso di soffocamento, oggetti inseriti nel naso, lesioni all’occhio e ferite. Piccola guida anti-panico con cui prestare assistenza al nostro piccolo ferito.

Cara mamma, purtroppo dobbiamo dedicarci ad un argomento delicato che riguarda la salute dei nostri bimbi, ed i modi in cui poter prestare il primo soccorso, nella speranza che queste poche delucidazioni non debbano mai essere praticate.

In un precedente post abbiamo parlato del Piano Regionale della Prevenzione degli incidenti stradali e domestici, rifacendoci a tale Piano, riteniamo utile riportare le accortezze indicate per prevenire i classici incidenti in cui può incorrere il nostro piccolino.

Soffermiamoci ora sui singoli casi in cui potremmo imbatterci, descrivendo i casi più comuni di incidenti.

Soffocamento (benchè ne abbiamo parlato in un post dedicato, diamo qui le principali linee guida):

  1. se il bambino ha ingoiato qualcosa e ha difficoltà a respirare non facciamoci prendere dal panico (anche se è estremamente difficile);
  2. se il bambino è cosciente, posizioniamolo a pancia sotto sulle nostre ginocchia, posizioniamolo altresì con la testa in fuori e battiamo con la mano aperta tra le scapole;
  3. se nonostante queste manovre, l’oggetto ingerito non viene espulso, rechiamoci immediatamente al Pronto Soccorso più vicino.

Oggetti inseriti nel naso e nelle orecchie:

  1. non tentiamo mai di rimuovere il corpo estraneo, anche se pensiamo che sia la cosa più efficace da fare, perchè il rischio è di  peggiorare la situazione;
  2. rechiamoci subito al Pronto Soccorso più vicino.

Lesioni nell’occhio:

  1. se il bambino lamenta la presenza di un corpo estraneo nell’occhio o è venuto a contatto con sostanze caustiche o corrosive,  evitiamo di strofinare l’occhio;
  2. non tentiamo di rimuovere il corpo estraneo visibile, ma infisso nell’occhio;
  3. non usiamo soluzioni di acido borico;
  4. rechiamoci al Pronto Soccorso.

Ferite:

  1. se il bambino si è ferito, sciacquiamo abbondantemente la zona interessata dalla lesione con l’acqua corrente fredda;
  2. disinfettiamo la ferita in modo da pulirla ed evitare infezioni;
  3. se la ferita è ampia ed il flusso di sangue non si arresta applichiamo una garza sterile, che possiamo comprare in una qualsiasi farmacia e teniamo premuto;
  4. rechiamoci al Pronto Soccorso se la ferita è grave.

Ecco quindi un breve elenco delle possibili situazioni di emergenza in cui possiamo, nostro malgrado, incorrere, e dei modi più semplici, ma efficaci, con cui intervenire o rimediare. Come avete visto, molto spesso la cosa più importante è mantenere la calma e andare al Pronto Soccorso…

Firma: Carlotta Guglielman

Notizie Correlate

Commenta