Quanto tempo aspettare per una nuova gravidanza dopo l’aborto?

Una nuova ricerca riduce i tempi di attesa per una nuova gravidanza dopo un aborto.

Il pancione di una donna incinta

L’aborto è sicuramente un’esperienza molto negativa per una donna: quel dolore, anche dopo molto tempo, può essere ancora presente, tant’è che ci si può sentire a tutti gli effetti mamma di un bambino purtroppo mai nato. Una delle domande più frequenti è quanto tempo bisogna aspettare dopo appunto un aborto per poter concepire un altro figlio.

Una nuova ricerca  dell’Università di Aberdeen, in Scozia, suggerisce, come riporta il sito del Time, che prima è meglio è.  Generalmente si dice alla donna di aspettare almeno sei mesi prima di tentare nuovamente di concepire, anche se appunto questo studio dimostra che provare a concepire anche prima dei sei mesi aumenta le probabilità di rimanere incinta.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, invece, suggerisce di aspettare più tempo, per avere maggiori chance:

  • secondo le sue linee guida  il 59% delle donne attende più di sei mesi per tentare una nuova gravidanza,
  • mentre il 41% cerca di rimanere incinta entro i sei mesi.

Secondo la ricerca di Aberdeen, però, la percentuale delle donne che potrebbe avere un secondo aborto concependo entro i sei mesi è meno del  34%.

Un’altra componente importante che stabilisce quanto tempo deve passare tra un aborto e un nuovo tentativo di concepimento è culturale: secondo il Dr. David Keefe, primario del reparto di ostetricia e ginecologia al New York University Langone Medical Center, in molti paesi avanzati è più importante aspettare che la donna si sia perfettamente ristabilita e che non ci siano infezioni dopo un aborto, così i tempi si allungano.

L’aspetto comunque determinante è l’età della donna: se ha più di 30 anni, aspettare oltre i sei mesi dopo un aborto diminuirà le sue possibilità di rimanere incinta nuovamente aumentando invece le probabilità di un nuovo aborto. Il Dr. Keefe aggiunge: “Spesso alle donne viene detto di aspettare sei mesi o addirittura due anni e così fanno, anche se molte si sentono pronte a tentare nuovamente il più presto possibile, prima dei sei mesi“.

Le nuove ricerche vanno a favore dei genitori: fare seguire una nuova gravidanza senza aspettare sei mesi e senza un nuovo pericolo di aborto è possibile.

Insomma unimamme, una buona notizia non trovate?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta