I referti delle prime due ecografie: quali informazioni forniscono

Cosa è un’ecografia? Cosa visualizzano le ecografie? La morfologica e i campanelli d’allarme per eventuali malformazioni del feto.

Ecografia 3D, bimbo di profilo

Cara mamma, come già spiegato in un articolo precedente, le informazioni che troverete di seguito sono tratti dall’Agenda di Gravidanza.

Come sappiamo, durante la gravidanza la gestante viene sottoposta ai dovuti controlli medici ed alle ecografie necessarie

Ma cosa sono le ecografie

L’ecografia, o ecotomografia, è una modalità di indagine medica che non utilizza radiazioni, ma ultrasuoni, attraverso la quale è possibile investigare all’interno del corpo umano.

In gravidanza, vengono raccomandate fino a 3 ecografie, se non vi sono problemi o complicazioni .

Partiamo dalla prima, quella che è consigliabile fare entro la 13esima settimana. Nel referto della prima ecografia verranno riportati:

  • sede, numero e dimensioni della camera ovulare o gestazionale (struttura all’interno della quale si accresce l’embrione);
  • la grandezza dell‘embrione e la presenza di battito cardiaco (se l’ecografia è effettuata dopo la settima settimana);
  • la corrispondenza delle settimane di gravidanza con l’ultima mestruazione;
  • la conformazione dell’utero e delle ovaie.

Con la seconda ecografia, invece, che verrà effettuata tra la 19esima e la 21esima settimana , si avrà un referto in cui verranno indicate informazioni simili a quelle ricevute con la prima, ossia:

  • il numero e le dimensioni del feto o dei feti;
  • la presenza del battito cardiaco;
  • la zona in cui si è sviluppata la placenta;
  • la valutazione della quantità del liquido amniotico;
  • la corrispondenza della settimana di gravidanza con l’ultima mestruazione.

In aggiunta però a tali informazioni, la seconda ecografia permetterà un’indagine dell’anatomia del feto, ed in particolare evidenzierà:

  • testa,
  • colonna vertebrale,
  • torace,
  • polmoni,
  • cuore,
  • addome,
  • stomaco,
  • parete addominale,
  • reni,
  • vescica,
  • braccia
  • gambe.

Per tutti questi motivi tale ecografia viene denominata “morfologica” ed è considerato il controllo più importante e specifico di tutta la gravidanza. Morfologica perché è destinata ad indagare la morfologia del feto per escludere, o accertare, la presenza di eventuali malformazioni ed intervenire nei modi e nei tempi previsti.

Un tipo particolare di ecografia morfologica è la 3D, ossia la tridimensionale, in cui sarà bellissimo ed emozionante vedere il nostro cucciolo di uomo.

Per concludere, è un’ottima pratica quella di mettere tutte le ecografie, le analisi, i referti medici, ecc. in una apposita cartellina personale della gravidanza, possibilmente scadenzata, così che sarà facile per la mamma  reperire la documentazione medica necessaria per il medico, in vista del parto.

E voi unimamme, l’avete già preparata?

Firma: Carlotta Guglielman

Notizie Correlate

Commenta