Offendono una mamma per aver tinto i capelli alla figlia e lei risponde a tono

Una mamma parrucchiera ha tinto i capelli di sua figlia con una tecnica chiamata “unicorn hair” e ha ricevuto diverse critiche.

tinta ai capelli

Una mamma agisce sempre con le migliori intenzioni, ma se c’è una cosa che s’impara quando si diventa genitori è il fatto che qualsiasi azione si compia è a priori sbagliata. Bisogna metterlo in conto e ancora di più quando si decide di condividere una propria decisione sui social.

E’ quello che è successo a Mary Thomaston, una hair stylist della Florida, che – diciamo – si è portata il lavoro a casa. Vediamo quello che è successo.

Si possono tingere i capelli ai bambini? Ecco cosa è successo ad una mamma 

Mary ha infatti accettato di tingere i capelli di sua figlia in uno stile chiamato “capelli da unicorno” per il fatto che i capelli sono tutti colorati come se fossero un arcobaleno. Alla sua bambina il risultato è piaciuto tantissimo, ma a tantissimi sconosciuti che ci sono su internet assolutamente no.

La Thomaston ha  postato la foto di Lyra, la sua bambina  di 6 anni, felice con la sua nuova acconciatura; la mamma intervistata dall’Huffington Post ha detto di aver ricevuto molti commenti positivi, ma anche di averne ricevuti altrettanti negativi che andavano a colpire il suo modo di essere genitore.

bambina-capelli-unicorno

D’altronde si sa che gli haters, ovvero quei bulli che per partito preso odiano tutto e tutti e sfogano la propria rabbia on line, aspettano solo l’occasione per poter dare fiato alla propria bocca. Alcuni hanno detto che è troppo giovane per avere i capelli colorati e che si tratta di una bambina e non di una bambola.

La Thomaston intervistata dall’Huffington Post ha chiesto alle persone che le hanno lasciato dei commenti negativi di avere una mente più aperta: per questo ha dedicato una lettera aperta su Instagram ai suoi “odiatori”:

bambina-unicorno-2Cari haters, ho questo obiettivo strano di crescere dei figli sicuri di sé stessi, che conoscano e provino la libertà di esprimere se stessi. Così quando mia figlia mi chiede di farle i capelli blu, le dico che mi piace la sua scelta e quanto è bella.

Inoltre lo faccio con prodotti sicuri che non solo rispettano l’integrità dei suoi capelli, ma che spariscono con il tempo.  

Non sono sicura di come crescete i vostri figli, ma tenete le vostre opinioni non gradite in rispetto dell’educazione dei miei figli.

Non vi piace il blu, non vi piacciono i capelli arcobaleno. Queste sono opinioni a cui avete diritto, i vostri commenti sprezzanti verso mia figlia non lo sono.

Infine, non sono sicura di chi c****o vi faccia i capelli, se avete scelto dei cattivi parrucchieri in passato. Ma voi siete inesperti al 100% se siete sicuri che i capelli di mia figlia siano danneggiati durante la tintura.  Posso dirvi come parrucchiera esperta che non è così. Oh, togliete la vostra negatività dalla mia pagina la prossima volta”.

E voi unimamme cose ne pensate? Accettereste di tingere i capelli dei vostri figli, se foste sicuri della non tossicità della tinta?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta