Terremoto nel Centro Italia: come aiutare e cosa fare in caso di nuove scosse

Tutti possiamo fare qualcosa per aiutare le persone colpite dal terremoto che ha interessato l’Italia centrale. I consigli degli esperti e i modi per contribuire.

terremoto nel centro italia

Giuseppe Bellini / Stringer / Gettyimages

Care unimamme, la notizia del terremoto di questa notte tra Lazio, Marche e Umbria è una tragedia che ancora non vede definiti i suoi confini.

In queste ore si parla di oltre 70 morti, e migliaia di persone sfollate. Famiglie distrutte nel giro di poche ore.

Tristezza e rabbia sono le prime emozioni che si provano.

La Protezione Civile e la Croce Rossa Italiana si sono subito attivati. E noi? Cosa possiamo fare?

Terremoto nel Centro Italia: come aiutare

La prima emergenza riguarda le donazioni di Sangue. L’Avis ha diffuso i luoghi dove, oltre al centro di Rieti, è possibile donare a Roma. Se siete di altre Regioni, contattate l’Avis di riferimento.

Seguono gli indirizzi e i numeri di telefono dei punti abilitati a fronteggiare l’emergenza:

-Policlinico Universitario – Umberto I [anche per aferesi (separatore cellulare)]
V.le Regina Elena n. 328 (festivi: Viale del Policlinico 155)
tutti i giorni, compresi i festivi, dalle ore 7,30 alle ore 12,00 compresa la domenica

tel. 0649976418

-Ospedale Sandro Pertini[anche per aferesi (separatore cellulare)]

Via Monti Tiburtini 385
dal lunedì alla domenica dalle ore 8,00 alle ore 10,30

tel. 0641433301/1/2/3

-Ospedale S. Camillo – Forlanini [anche per aferesi (separatore cellulare)]
Padiglione Antonini

Ingressi pedonali Circonvallazione Gianicolense n.87 e via B. Ramazzini.

tutti i giorni dalle ore 8,00 alle ore 11,30 compresa la domenica

tel. 06 587054 97 /98/99

fax: 06 58705514

Per aferesi 0658705631

-Ospedale S. Giovanni – Addolorata [anche per aferesi (separatore cellulare)]
Via S.Stefano in Rotondo 5a – I piano
tutti i giorni dalle ore 8,30 alle 11,30 compresa la domenica

tel. 0677055730

-Policlinico A. Gemelli [anche per aferesi (separatore cellulare)]
L.go A. Gemelli 8 (Pineta Sacchetti)
dal lunedì al sabato dalle ore 8,00 alle ore 11,00

tel. 0630154514

-Ospedale Fatebenefratelli – Villa S.Pietro [anche per aferesi (separatore cellulare)]
Via Cassia, 600
dal lunedì al sabato dalle ore 8,00 alle ore 11,30

tel. 0633260625

-Policlinico Casilino (ex Villa Irma) Via Casilina 1040
dal lunedì al sabato dalle ore 8,00 alle ore 11,30

tel. 0623188394

-Ospedale G.B. Grassi [anche per aferesi (separatore cellulare)]
Via Passeroni, 8 – Ostia Lido
tutti i giorni dalle ore 8,00 alle 11,00 compresa la domenica

tel. 0656482150

-Ospedale S.Giovanni Evangelista Via Parrozzani 3 – Tivoli
tutti i giorni, compresi i festivi, dalle ore 8,00 alle ore 10,30

tel. 0677055730

-Ospedale S. Spirito [anche per aferesi (separatore cellulare)]
Lungotevere in Sassia 1
tutti i giorni dalle ore 8,00 alle ore 11,00 compresa la domenica

tel. 0668357039

-Ospedale S. Filippo Neri [anche per aferesi (separatore cellulare)]
Via Giovanni Martinotti, 20
tutti i giorni dalle ore 8,00 alle ore 12,00 compresa la domenica

tel. 0633062905

-Ospedale S. Andrea Via di Grottarossa 1035/1039
dal lunedì al sabato dalle ore 8,00 alle 12,00

tel. 0633775889

-Ospedale S. Eugenio P.le dell’Umanesimo, 10
Tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 8:00 alle 11:30. Necessario un documento d’identità valido. Per i donatori è previsto il parcheggio interno.

tel. 0651001 (Centralino)

Ricordiamo inoltre alcune condizioni per poter donare il sangue:

  • età compresa tra i 18 ed i 65 anni
  • peso non inferiore ai 50 kg
  • pressione arteriosa: non superiore a 180 la massima e non superiore a 100 la minima
  • non soffrire di malattie croniche (malattie autoimmuni, cardiovascolari, tumori maligni…)
  • non avere MAI avuto Epatite C, epatite B, sifilide, comportamenti a rischio di malattie trasmissibili sessualmente ed uso di sostanze stupefacenti
  • non aver avuto malattie nelle ultime due settimane anche se di lieve entità (influenza, bronchite, polmonite, herpes labiali…)
  • non aver assunto alcun farmaco nell’ultima settimana (antidolorifici e aspirine), nelle ultime due settimane per antibiotici. (sono ok preparati vitaminici e pillola anticoncezionale)
  • non essere stati sottoposti ad interventi chirurgici negli ultimi 4 mesi
  • non aver subito esami endoscopici negli ultimi 4 mesi (gastroscopia, colonscopia, artroscopia etc..)
  • non aver effettuato viaggi o soggiorni in zone tropicali negli ultimi 3 mesi (6 mesi se zone malariche)
  • non aver soggiornato nel Regno Unito per più di 6 mesi (nel TOTALE del soggiorno) dal 1980 al 1996 e non essere stati trasfusi nel Regno Unito
  • non avere il ciclo mestruale in corso (è consigliato lasciar trascorrere alcuni giorni dalla fine del ciclo)
  • non aver avuto parti negli ultimi 6 mesi o interruzioni di gravidanza
  • non aver fatto tatuaggi, agopuntura, fori ai lobi, piercing vari negli ultimi 4 mesi
  • non aver effettuato allenamenti pesanti o sport intenso nelle 24 ore precedenti il prelievo

Da ricordare che non è indispensabile essere completamente a digiuno; è possibile assumere caffè o thè moderatamente zuccherati ed eventualmente mangiare qualche biscotto secco o fetta biscottata; l’importante è non aver fatto colazione con cibi grassi, dolciumi, latte o altri prodotti da esso derivati.

Inoltre si può supportare la Croce Rossa Italiana con donazioni ad hoc. Qui tutti i riferimenti:

  • email: aiuti@cri.it
  • telefono: 065510
  • IBAN: IT40F0623003204000030631681 (causale: sisma centro italia)

E’ stato anche attivato un numero solidale, il 45500, per sostenere le popolazioni colpite, donando 2 euro inviando un sms o chiamando da rete fissa.

Infine si può iniziare a raccogliere beni di prima necessità che serviranno alle persone colpite:

  • coperte
  • beni alimentari non deperibili (omogeneizzati, sale, latte in polvere, latte a lunga conservazione, pasta, scatolame, riso, zucchero)
  • indumenti per adulti e bambini
  • acqua
  • pile per torce
  • materiale di primo soccorso
  • shampoo, bagnoschiuma, assorbenti, pannolini

e tenersi informati sui centri di raccolta più vicini. Già alcune parrocchie si stanno attivando.

E se ci fossero altre scosse?

Rischio nuove scosse: i consigli degli esperti

Sul sito della protezione civile sono presenti i consigli da seguire in caso di terremoto, che sono:

Durante un terremoto
se sei in un luogo chiuso, mettiti sotto una trave, nel vano di una porta o vicino a una parete portante
• attento alle cose che cadendo potrebbero colpirti (intonaco, controsoffitti, vetri, mobili, oggetti ecc.)
attento all’uso delle scale: spesso sono poco resistenti e possono danneggiarsi.
evita l’ascensore: si può bloccare
• attento alle altre possibili conseguenze del terremoto: crollo di ponti, frane, perdite di gas ecc.
se sei all’aperto, allontanati da edifici, alberi, lampioni, linee elettriche: potresti essere colpito da vasi, tegole e altri materiali che cadono.

Dopo un terremoto

  • Assicurati dello stato di salute delle persone attorno a te e, se necessario, presta i primi soccorsi
  • Esci con prudenza, indossando le scarpe: in strada potresti ferirti con vetri rotti
  • Se sei in una zona a rischio maremoto, allontanati dalla spiaggia e raggiungi un posto elevato
  • Raggiungi le aree di attesa previste dal Piano di protezione civile del tuo Comune
  • Limita, per quanto possibile, l’uso del telefono
  • Limita l’uso dell’auto per evitare di intralciare il passaggio dei mezzi di soccorso

Infine le ultime 2 avvertenze riguardano:

  • il volontariato spontaneo (se si vuole ci si può rivolgere alle oranizzazioni già esistenti che vengono coordinate dalla Protezione Civile)
  • non occupare le linee telefoniche e cellulari: se si hanno parenti o amici nelle zone colpite è meglio comunicare via messaggio

Noi unimamme ci stringiamo intorno alle famiglie toccate da questa tragedia, e speriamo in una risposta più solidale possibile da parte di tutti.

Uniti possiamo fare molto.

Firma: Redazione Universo Mamma

Notizie Correlate

Commenta