3 frasi da non dire mai ai figli e 4 consigli su come rimediare

Nonostante un figlio possa essere davvero esasperante esistono alcune frasi che un genitore dovrebbe evitare di dire con tutte le sue forze.

conflittiIn alcuni momenti i nostri figli possono essere dei veri provocatori: letali nell’individuare il tasto giusto, anzi, l’ennesimo tasto giusto, per portare un genitore fuori di sé. In quelle situazioni un padre o una madre possono perdere il loro normale autocontrollo e lasciarsi andare a frasi di cui dopo si pentiranno. Ma questo non deve accadere.

La rabbia si può controllare e non deve mai prendere il sopravvento. Quando siete al limite, ricordatevi sempre chi avete davanti e cercate di non lasciarvi mai andare a espressioni  come le seguenti tre.

Tre frasi da non dire mai ai bambini

1. Perché sei fatto così? Sei pazzo?
Non sottintendete mai che ci sia qualcosa di sbagliato nel modo in cui i vostri figli sono. Capita continuamente che facciano scelte sbagliate, assurde, fuori da ogni logica. È il modo che hanno tutti i bambini di sperimentare, di provare nuove soluzioni e a volte di studiare il mondo degli adulti. Non c’è niente di sbagliato in loro e non bisogna mai lasciare che lo pensino.

Come rimediare:
Se vi siete lasciati andare in questo modo, gli dovete delle scuse. Se qualcuno vi contestasse una scelta dicendo che siete sbagliati o pazzi o folli, non pretendereste delle scuse? Non ne siate spaventati: una scusa sincera può essere di insegnamento quanto un severo rimprovero.

2. Perché non puoi essere come…?
Così potete uccidere l’autostima di vostro figlio. Lui non può e non deve essere come il cugino, amico, compagno di classe, che in quel momento vi viene in mente perché lo avete visto (magari in una sola occasione!) comportarsi bene, mentre vostro figlio non studia o non si comporta come vorreste.

Come rimediare:
Anche in questo caso chiedete scusa. Spiegategli che non volete che sia nessun altro e che va bene così com’è. Voi lo amate esattamente per quello che è.

3. Mi hai fatto così arrabbiare che adesso… (qui inserite una minaccia di punizione)!
Quando minacciamo una punizione siamo spesso al limite della pazienza. Mentre il nostro cervello bolle l’unico desiderio è vedere la situazione tornare alla normalità: i nostri figli calmi e seduti e noi di nuovo a goderci la meritata tranquillità, ma per far questo minacciamo cose terribili che poi non saremo in grado di mantenere. I nostri figli sono bravissimi a scoprire qual è il limite e una minaccia eccessiva può avere l’effetto opposto, rovinando oltre alla serata anche la nostra credibilità.

Come rimediare:

  • Cercate di correggere subito il tiro: modificate la punizione in qualcosa di attuabile e fatelo subito. O annunciate un confronto con l’altro genitore in modo che nel vostro conciliabolo la minaccia possa essere ridimensionata a valori umani.
  •  La cosa migliore che le nostre unimamme e i nostri unipapà possono fare  per la relazione con i propri figli è essere chiari e cercare dei confini salutari. Quando i bambini sanno quali sono i confini  e li troveranno stabili e inamovibili allora li accetteranno come parte del paesaggio familiare.

Unimamme a voi è capitato di pronunciare qualcuna di queste frasi? Come hanno reagito i vostri figli?

Noi vi invitiamo a leggere anche le 7 cose da non dire mai ai propri figli.

Firma: Stefano

Notizie Correlate

Commenta