Una hostess salva una ragazzina dal traffico di esseri umani grazie all’intuito

Una hostess ha salvato una quindicenne dal traffico di esseri umani insospettita dal suo comportamento e dal suo aspetto.

Di recente vi avevamo parlato del traffico di esseri umani in India, purtroppo si tratta di un problema che si estende a livello globale.

Traffico di esseri umani: una storia vera

Shelia Fedrick, una hostess con 10 anni di esperienza, nel corso di un volo, si è trovata in una situazione molto particolare a cui ha reagito con prontezza.

Mentre si trovava sulla tratta Seattle – San Francisco Sheila ha notato un’adolescente di circa 14-15 anni seduta vicino a un uomo ben vestito.

La donna ha notato la ragazza perché aveva i capelli unti e non sembrava in buone condizioni. “Lui era ben vestito e curato, mentre lei era triste e spettinata”.

Quando Sheila ha tentato di parlare con la coppia la giovane non ha proferito parola, l’uomo che era con lei invece si è messo sulla difensiva quando la hostess ha provato a fare conversazione.

Inoltre la ragazza non la guardava e questo l’ha insospettita. Sheila è quindi riuscita a dirle, sottovoce, di andare al bagno, dove aveva lasciato per lei un biglietto sullo specchio.  Sul biglietto la ragazza ha scritto “Ho bisogno d’aiuto” e così Sheila ha avvisato il pilota della situazione, che ha chiamato subito la polizia.

“Ha scritto che aveva bisogno di aiuto” ha dichiarato la donna  a 10News.

La polizia ha atteso l’uomo all’atterraggio dell’aereo e così il trafficante è finito in manette mentre la giovane è stata liberata.

“Sono assistente di volo da 10 anni ed è come se fossi tornata indietro nel tempo a quando ho partecipato all’addestramento, è stato come se avessi visto queste ragazze e ragazzi senza sapere cosa stesse accadendo”.

La hostess è rimasta in contatto con la ragazza che ha contribuito a salvare e che sta attualmente frequentando il college.

Ora Sheila possiede qualche cognizione in più su come individuare una persona che si trova coinvolta nel traffico di esseri umani. Segnali possono essere:

  • apparire controllati
  • non rispondere alle domande
  • non guardare negli occhi.

Nancy Rivard, fondatrice di Airline Ambassador, vorrebbe trasmettere anche ad altre hostess e stewart le conoscenze acquisite da Sheila. Per questo motivo ha organizzato un meeting a Houston a cui naturalmente parteciperà anche la protagonista di questa storia.

Sheila infatti vorrebbe trasmettere la sua esperienza a più persone possibili e salvare così più esseri umani da quella che è una vera e propria tratta.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa incredibile storia? Questa hostess si è dimostrata essere la persona giusta al momento giusto, voi siete mai state insospettite da una situazione che vi sembrava poco chiara?

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta