Un papà “eroe” si è fatto saltare in aria per salvare centinaia di vite (FOTO)

Adel Termos, padre di 2 bambini, ha sacrificato la sua vita per salvare quella di centinaia sconosciuti dimostrando coraggio e sacrificio. Un vero eroe!

Non è solo Parigi ad essere stata vittima di feroci atti di terrorismo in questi ultimi tempi, oltre alla strage di 147 studenti in Kenya anche il Libano ha visto due attacchi suicidi a Beirut.bambini

Mentre l’inflessibile conteggio dei morti narra di 37 vittime e 200 feriti, in un attentato rivendicato dall’Isis, alla nostra attenzione si impone la storia di un coraggioso papà che ha salvato innumerevoli vite a prezzo della sua.

Stando a quanto riportato dalla Public Radio International Adel Termos, padre di due bambini, ha assistito al primo attacco suicida e, vedendo che ne era in arrivo un secondo si è lanciato impavido sul secondo attentatore gettandolo a terra e facendo sì che la bomba detonasse senza fare vittime.

“Ci sono moltissime famiglie, forse centinaia che devono la loro completezza al suo sacrificioha dichiarato il blogger Elie Fares, testimone degli eventi.

Il 13 novembre in tanti si sono ritrovati per onorarlo partecipando al suo funerale. Tra di loro c’era anche la sua vedova, straziata.

I figli di Adel Termos stanno bene e hanno partecipato alle esequie, come riporta Buzzfeed.

Ultimamente i media ed i social network sono stati criticati per non avere dedicato alle bombe scoppiate in Libano e in Kenya la stessa attenzione dedicata ai fatti parigini. E purtroppo, è tristemente vero. Come se ci fossero morti di serie A e morti di serie B. Lo stesso Facebook ha offerto di cambiare l’immagine del proprio profilo con la bandiera francese, mentre non ha offerto la stessa possibilità con le bandiere di altri paesi vittime di attacchi terroristici.

Attualmente ci sono 1 milione di rifugiati siriani in Libano. Negli ultimi 30 mesi, in Libano, ci sono stati altri 30 attacchi terroristici, ma quest’ultimo è il secondo rivendicato dall’Isis, che si è detto responsabile anche per l’esplosione di un aereo russo proveniente da Sharm el Sheik.

Unimamme, questa orribile sequenza di violenze ci lascia senza fiato? Ma al contempo ci piace assistere e raccontare che nonostante tanto odio, c’è ancora coraggio e che non tutte le morti sono vane. E voi che ne pensate?

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta