Bambini di 2 anni: 10 motivi per cui viverci è come stare con un “ubriaco”

Una mamma elenca 10 motivi per cui le sembra di vivere con un “ubriaco”.

La maternità è un viaggio bellissimo, ma anche ricco di imprevisti, colpi di scena, ecc… e qualche volta una mamma potrebbe chiedersi se stare con un bambino di 2 anni, o comunque piccolo, può equivalere a vivere con un “alcolizzato”.

Un’ironica mamma blogger, Ashli Mazer, sull’Huffington Post, ha fatto un elenco con 10 punti per spiegare la sua affermazione.

10 motivi per cui un bambino di 2 anni sembra un “alcolizzato”

1 – Spargono le bevande su tutto il pavimento: Ho fisicamente assistito al fatto che mia figlia abbia riso mentre strizzava il succo di frutta e ha osservato la sostanza zuccherosa cadere su tutto il pavimento. Un biberon che perde nel letto? Nessun problema! A noi piace dormire nelle lenzuola bagnate.

2 – Si fanno sempre male: Maldestro! Il mio piccino camminerebbe dritto contro un muro o una porta. Questa mattina abbiamo aperto la porta per uscire e lui è inciampato fuori sul portico. Ha fatto un capitombolo ed è finito disteso a terra. E’ come se i suoi piedi fossero i veri rischi di inciampo.

3 – Piangono tantissimo: le loro emozioni sono sempre ovunque. Mia figlia di recente ha pianto perché non le ho permesso di aprire l’ombretto glitter che ha trovato in una mia vecchia borsa. (Diamine, ho pianto perché ho indossato quella roba), perché il suo biberon di latte sembrava troppo freddo, perché il secchiello dei giochi nella doccia aveva ancora dentro l’acqua della sera prima, perché le ho detto che non poteva mangiare il burro fuori dal contenitore usando un cucchiaio.

4 –  Chiedono perché troppo spesso: Ogni cosa è “perché”? Ogni cosa. Ogni conversazione a cena va così:

Io: mangia quello che hai nel piatto

Bambina di 2 anni: perché?

Io: perché è ora di cena

Bambina di 2 anni: perché?

Io: perché devi mangiare prima di andare a dormire

Bambina di 2 anni: perché?

Io: vuoi restare affamata prima di andare a letto?

Bambina di 2 anni: perché?

Io: perché

Bambina di 2 anni: perché?

Io: perché ho deciso così

Bambina di 2 anni: perché perché?

Io: perché?

Bambina di 2 anni: perché?

Lascio cadere la forchetta.

5 – non puoi avere cose carine: guardate la mia storia sopra. Ora abbiamo un buco nella parete del bagno e del cartongesso rotto. Tutto grazie a “guardami mamma” mentre mia figlia era appesa! E non fatemi cominciare a parlare dei tappeti.

6 – a loro non importa della scena in pubblico: non importa che il ristorante sia pieno e che il tuo cliente sia seduto con la moglie dall’altra parte della sala. Potrebbe importargli di più se la donna alla fine del corridoio del negozio di alimentari andasse in chiesa. Davvero, non gli importa nulla se toccano il monitor e tu devi decidere se vuoi correre a pulirlo o a coprirlo. Quindi, il mero fatto che ci siano degli occhi sopra di loro non significa nulla, le loro emozioni si mostrano comunque a prescindere da chi gli sia intorno. Non c’è bisogno di impressionare e c’è zero interesse nel causare una scena.

7 – rovesciano i piatti: Non ti piace? Ah, gettalo per terra. Possiamo pulire sotto e intorno a te.

8 – il mio telefono chiama da ubriaco: non so perché non ho ancora imparato dai miei errori. Lo (il figlio) ha chiamato un impresario sul telefono di mio marito alle 9 di sera e uno dei miei colleghi su Face Time. Magnifico!

9 – loro vogliano per colazione la pizza, gli oreo, le ali di pollo tutto il tempo: mia figlia si sveglia chiedendo gomme da masticare. In parte è colpa mia perché le diamo delle vitamine gommose così lei pensa di poterne avere una borsa piena. Piangerà per la pizza a colazione e per il gelato prima di cena. Come se potesse mangiare tutto il tempo.

10 – possono addormentarsi ovunque: in macchina, sul pavimento, sul mio grembo, in qualunque posto a parte la culla o il letto. Il mio momento favorito è stato dopo una lunga giornata e un riposino saltato, è entrata in casa con il giaccone e gli stivali da neve ancora addosso ed è crollata sul divano giocattolo e con la faccia rivolta al cuscino ed è rimasta lì.

Unimamme anche a voi sono accadute situazioni simili?

Noi vi lasciamo con 10 ironiche vignette sulla maternità.

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta