I bambini apprendono osservando, ma non basta.

apprendimento

Per far sì che i bambini imparino, gli adulti sono fondamentali, infatti secondo un recente studio della Sissa di Trieste e pubblicato su Plos One la comunicazione da parte dei genitori risulta essere importantissima.

Certo, i piccoli imparano molto guardando, a partire dalle associazioni statistiche tra avvenimenti e oggetti, ma la comunicazione tra genitori e figli è così forte da contrastare addirittura la statistica stessa, come sottolinea Hanna Marno, la scienziata a capo della ricerca.

I bambini apprendono meglio se c’è anche comunicazione

Condividere le informazioni dunque è di grande rilevanza:

  1. uno sguardo
  2. un rinforzo verbale

stimolano l’apprendimenti senza che il piccolo debba ripetere troppe volte l’esperienza.

Ecco come si è svolta l’indagine:

  1. sono stati compiuti testi su bimbi di 18 mesi
  2. i piccoli hanno osservato un adulto illuminare una lampada a forma di cuore sopra una scatola schiacciando a turno un tasto a destra o a sinistra della lampada
  3. i piccoli hanno interagito da soli con la scatola tendendo a scegliere il bottone più efficace
  4. l’adulto ha poi ripetuto l’esperimento sottolineando con le parole e lo sguardo quello che faceva

“Abbiamo così riscontrato che gli stimoli comunicativi sono più importanti dell’azione” ha riferito la professoressa ungherese. “quando erano loro a scegliere il bottone, sceglievano quello a efficienza bassa, se l’azione era stata sottolineata dall’adulto con indizi comunicativi”.

In pratica i bambini tendono a riporre maggior fiducia nella persona con cui interagiscono.

Una precedente ricerca illustrava anche come l’apprendimento dei bambini non fosse così immediato come sembra.

Voi cosa ne pensate unimamme? Accade così anche ai vostri piccoli?

Dite la vostra se vi va.

 

(Fonte: La Stampa.it)