“Caramelle all’asilo in cambio del silenzio”: un padre aggredisce una maestra

Abusi all'asilo

I sospetti casi di abuso, soprattutto quelli perpetrati sui bambini dovrebbero essere trattati con delicatezza ma quello che è accaduto in un asilo di Treviso lascia esterrefatti.

Un gruppo di mamme convinte che le insegnanti di una scuola primaria statale compissero degli abusi di natura sessuale sui loro figli ha inizialmente deciso di ritirare i piccoli dall’asilo e poi sono passate alla denuncia, ma c’è di più.

Abusi sessuali all’asilo: scatta la violenza dei genitori

Abbiamo denunciato che le maestre abusano dei minori e fanno dei giochi di natura sessuale: questo è un asilo non un luogo per film porno. Mia figlia mi ha raccontato che la facevano spogliare, poi si facevano toccare a vicenda e non dico altro: la bimba è choccata” ha riferito una delle mamme delle presunte vittime coinvolte, presunte perché fino a questo momento non sono emersi elementi concreti per sostenere le loro accuse.

Per fugare i loro dubbi è stata indetta una riunione con il dirigente scolastico Gianni Maddalon, ma non è bastato.

“Dicevano che non c’era nulla di male: era il “gioco del pisellino” o “il gioco della patatina”. E si compravano i bambini con una caramellina dicendo: “zitti è un segreto non deve saperlo né mamma, né papà”” ha aggiunto ancora ancora la mamma di uno dei bimbi coinvolti.

Tra i genitori si è creato uno schieramento: tra quelli che erano increduli e chi invece era fermamente convinto dell’accaduto.

Le maestre però sdegnate, negano tutto.

Infine alcuni genitori hanno proposto di organizzare un sit in di protesta che poi è saltato perché un papà ha deciso di farsi giustizia da solo picchiando una delle insegnanti ritenute responsabili.

Subito sono arrivati sul posto ambulanze e carabinieri.

Unimamme, in passato vi abbiamo parlato di altri casi di abuso accertato negli asili, voi cosa ne pensate di quest’ultima vicenda ancora da confermare?

Voi come avreste reagito?

 

(Fonte: Il Messaggero.it/ Il mattino)