Papa Francesco “propone” il Premio Nobel per i genitori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:07
0
28

papa francesco per i genitori

Cari unigenitori, torniamo con piacere a parlarvi di Papa Francesco perchè lui ha parlato di noi!

Nel corso della sua centesima udienza a San Pietro, Papa Francesco ha infatti speso parole per i genitori: Mamme e papà meritano il Nobel, non so come facciano

Questa affermazione è legata ai tempi che stiamo vivendo, che il Papa rapporta all’interno del nucleo familiare definendolo un tempo affollato, preoccupato. Giorni fatti di 24 ore riescono a raddoppiare, grazie allo sforzo dei genitori che devono ottemperare ai mille impegni che richiedono la conduzione del ménage domestico:

  • impegni scolastici ed extra scolastici  (approfondimento di studio di lingue straniere, musica, recupero materie),
  • visite mediche,
  • feste di compleanno,
  • attività sportive
  • e tutto quello che riguarda i nostri figli che crescono.

Aggiungiamo, poi, tutto il resto: dalla spesa agli impegni per tenere ordinata e mantenere in piedi la casa ( quello che ho dovuto penare per riuscire a far cambiare le serrande rotte, far sistemare l’antenna centralizzata, il citofono rotto, la perdita in bagno dei vicini, la mancata derattizzazione, così per fare degli esempi).

Sa bene cosa dice Papa Francesco, quando parla di tempi affollati e preoccupati. Una società sempre più nichilista, con valori proiettati verso il successo personale che stanno minando nelle fondamenta i valori della famiglia.

Principi, questi, di tutti e non solo dei cattolici. Il senso della famiglia è quello che permette di creare nuclei, di aprirsi al prossimo senza pensare preconcetti.

Avere una famiglia insegna a donarsi senza aspettarsi di ricevere sempre qualcosa in cambio, soprassiedi anche alla riconoscenza. Se i propri figli diventeranno persone serene, e felici di far parte di questo mondo, questo sarà il premio migliore.

In questi anni così svuotati di valori, dove la politica latita in modo preoccupante, usando la famiglia solo come slogan per i comizi elettorali, le parole del Papa sono una manna, vista anche il potere mediatico, anche se pure molti cattolici delle classi dirigenti fanno orecchie da mercante.

Non è da un giorno che Francesco lancia l’allarme in questa direzione, conscio di affrontare una battaglia che richiede sforzi titanici. Eppure tiene la barra a dritta, e non abbandona i temi.

Abbraccia argomenti cari alla sinistra, con più veemenza di qualsiasi leader dei partiti del ” popolo”. Ricorda come far  lavorare con orari senza più riconoscere le festività, facendo saltare i riposi, sia una deriva verso il liberismo sfrenato e disumanizza l’uomo. Rammenta come a parità d’impiego in molte realtà lavorative, una donna percepisca meno soldi rispetto ad un collega uomo.

Potremmo citare molti altri suoi interventi, ma abbiamo reso l’idea. E in attesa di tempi migliori, è bene augurarsi che Papa Francesco non molli la presa

E voi Unigenitori, cosa ne pensate di tutto ciò? Vorreste il Premio Nobel?