La bambina e il suo grande cane sordo: “sono come due sorelle” (FOTO&VIDEO)

la bambina e il cane
La bambina e il cane, Jennie e Echo (Caters News Agency / Marion Dwyer)

Tra i bambini e i cani di famiglia può crearsi un rapporto bellissimo. Quando vengono scelti i cani adatti a stare in una famiglia con bambini piccoli, di solito si instaura un legame molto speciale con questi ultimi.

Se gli animali sono ancora cuccioli i bambini crescono con loro. Un rapporto formativo che porteranno nel cuore tutta la vita, anche quando il cane non ci sarà più. Quella che stiamo per raccontarvi è una storia di questo tipo, un’amicizia speciale tra una bambina e il suo cane.

La bambina e il cane sordo: un’amicizia speciale

Questa storia ha inizio quando una giovane mamma, Marion Dwyer, che già possedeva due cani, due bellissimi alani neri, ha deciso di prenderne in casa un terzo. Un bell’impegno per cani non di piccola taglia, ma nella famigliola amante degli animali gli amici quattro zampe sono bene integrati e occuparsi di loro non è un peso.

Mentre era alla ricerca del terzo cane, Marion si è imbattuta in Echo, un alano sordo, ma un cane molto affettuoso ed amichevole. La sua famiglia di origine aveva deciso di darlo via a causa della sua disabilità, ma Marion si è subito innamorata di questo cagnone così dolce e indifeso, meglio sarebbe dire dolce e indifesa, visto che si tratta di una femmina.

Nonostante la sordità Marion ha deciso di adottare Echo. Per la giovane mamma l’handicap del cane non era un impedimento a fronte del suo carattere mansueto, perfetto per una famiglia che aspettava una bambina.

La bambina e il cane, Jennie e Echo (Caters News Agency / Marion Dwyer)

Echo, così, è entrata a far parte della sua nuova famiglia, si è subito trovata bene con gli altri due alani di casa, Lillith e Nyx.

Ma quando è nata la piccola Jennie, che oggi ha 17 mesi, Echo ha subito legato moltissimo con la bambina.

Marion ha raccontato a InsideEdition che Echo mostrava di tenere alla piccola Jennie prima ancora che nascesse: si avvicinava a Marion quando era incinta e appoggiava la testa sulla sua pancia. Tra la bambina e il cane si è creato un rapporto molto speciale. Marion non se lo sarebbe mai aspettato, un rapporto che ha cambiato la vita a tutta la famiglia, in meglio.

Tutti sono affezionati a Echo, ma chi è più legato al dolce alano sordo è la piccola Jennie. La bambina non si separa mai dal cane. Ovunque vada si porta dietro Echo. Giocano sempre insieme e la dolce Echo appare davvero molto contenta di ricevere tante attenzioni dalla piccola di casa, attenzioni e cure che a sua volta ricambia.

Scherzando mamma Marion ha detto che Jennie e Echo sembrano due sorelle. Si sa del resto che tra bambini e cani si crea spesso un rapporto speciale, chi ha avuto un cane quando era piccolo lo sa benissimo. Ma questa storia ha davvero qualcosa di straordinario.

La bambina e il cane, Jennie e Echo (Caters News Agency / Marion Dwyer)

Sebbene sia ancora piccola, Jennie ha capito che Echo è un cane speciale. Ha visto che mamma e papà comunicano con lei con i segni delle mani e anche la bambina sta imparando. Quando vuole essere raggiunta da Echo, Jennie le fa il gesto di avvicinarsi con le mani. Inoltre, la bambina vuole sempre accompagnare la mamma quando Marion porta Echo a particolari corsi di addestramento per cani.

La bambina e il cane amano andare a spasso insieme. Jennie cammina da poco ed Echo si è subito adeguata al suo passo lento, nel frattempo, spiega Marion, fa quello che più le piace fare: annusare quello che incontra sulla sua strada e osservare le persone.

Quando sono insieme, Echo è molto protettiva con Jennie, ma senza essere aggressiva. Se incontrano un estraneo con un altro cane, Echo si mette davanti a Jennie per proteggerla, ma solo per farle da scudo.

La bambina e il cane, Jennie e Echo (Caters News Agency / Marion Dwyer)

Difficile trovare un’altra amicizia tanto speciale. E le foto e il video lo dimostrano.

Voi unimamme che ne pensate?

Sul rapporto tra bambini e cani vi segnaliamo il nostro articolo: Bambini nati con il cesareo protetti da cani e gatti secondo la scienza