Pampers corregge le informazioni sul suo sito perché pericolose per i bambini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:10
0
29

12 paure comuni sul parto

Un’associazione a sostegno della gravidanza e del lutto perinatale ha criticato Pampers per un’informazione errata e pericolosa presente sul suo sito.

Aziende come Pampers sono veramente influenti ed è importante che diano la corretta informazione alle donne incintaha dichiarato la CEO di questa associazione denunciando l’accaduto su Facebook.

Pampers e l’informazione obsoleta sui movimenti fetali

Il consiglio sbagliato sul sito di Pampers riportato pagina Facebook di Kicks Count diceva:

″Non vi preoccupate se vostro figlio sembra meno attivo man mano che le settimane di gravidanza progrediscono. Infatti, movimenti meno frequenti significano che il bambino è sulla buona strada (devi contare 10 movimenti in un’ora o due ogni giorno). Ogni movimento diventa semplicemente meno irregolare e più organizzato; inoltre non c’è abbastanza spazio in utero come alcune settimane precedenti.

Elizabeth Hutton, CEO dell’associazione Kicks Count che si occupa di gravidanza e lutto perinatale ha detto all’HuffPost UK che questa risposta è sbagliata in ogni punto:

  • il bambino non deve essere meno attivo man mano che le settimane di gravidanza aumentano
  • non c’è un numero di calci che dovresti sentire in un giorno, ma le future mamme dovrebbero conoscere i movimenti dei loro bimbi e riportare ogni cambiamento all’ostetrica o al ginecologo e se ci sono meno movimenti vuol dire che il bambino dà segni di sofferenza. 
Come associazione benefica, facciamo molto lavoro con le ostetriche e gli ospedali per essere sicure che il nostro messaggio di monitorare i movimenti del bambino venga recepito, ma sappiamo che il 49% della donne in gravidanza, segue consigli su internet“. 

E’ semplicemente non corretto dire che i bambini rallentano i movimenti man mano che crescono: si dovrebbero sentire una serie di movimenti fino alla nascita, invece“.

Siamo stati contattati da Pampers riguardo a questo tema e ci hanno assicurato che prenderanno provvedimenti” ha aggiunto.

Un portavoce della nota azienda che produce pannolini, ha infatti dichiarato all’Huffington Post UK che è in un corso un processo di rimozione di un consiglio offerto nel sito.

L’orgoglio di Pampers è quello di fornire un sito utile e informativo a tutti i genitori. In questo caso l’informazione era obsoleta ed è urgente che venga aggiornata” – hanno detto dall’azienda – “Ci scusiamo per la confusione che possiamo aver provocato. Se notate qualche cambiamento nei movimenti del vostro bambino, per favore chiamate l’ostetrica che può aiutarvi e rassicurarvi“.  

Noi di Universomamma abbiamo poi verificato ciò che è presente sul sito italiano ed ecco ciò che abbiamo trovato.

Nel sito manca completamente la sezione “Calendario della gravidanza” presente invece sia nel sito inglese che in quello americano (in entrambi i siti non abbiamo però trovato l’informazione sbagliata, segno che la Pampers ha già corretto), ma nella sezione “Consigli degli esperti” abbiamo trovato la seguente informazione:

Aumentando le dimensioni del bambino, diminuisce lo spazio che ha a disposizione, ma questo non si significa che il bambino non si muova; i suoi movimenti cambieranno di intensità e saranno sempre più lenti. Continua a giocare con il suo cordone, apre e chiude gli occhi, a volte ha il singhiozzo. Sarà facile e anche divertente osservare il piedino che crea una piccola protuberanza sulla pancia della mamma.
Quando lo spazio non sarà più sufficiente, troverà le vostre braccia ad accoglierlo“.

Probabilmente anche questa informazione potrebbe essere rivista.

E voi unimamme cosa ne pensate? Voi eravate al corrente di queste informazioni?

Intanto vi lasciamo con il post che parla di come una mamma ha salvato la vita della figlia grazie a questa stessa associazione.