Ragazza in menopausa a soli 23 anni diventerà mamma di 2 gemelli (FOTO)

 

Spesso quando si decide di diventare genitori non si pensa alle difficoltà: c’è chi ci riesce al primo tentativo e chi invece deve rinunciare.

E’ ciò che avrebbe dovuto fare Amber, una ragazza australiana che alla fine del 2014, con il compagno Chris, avevano deciso che era arrivato il momento giusto per avere una famiglia: erano entrambi giovani, in salute e avevano costruito la casa dei loro sogni a Melbourne, in Australia.

Ragazza in menopausa precoce riesce a realizzare il sogno di diventare madre grazie alla sorella

Dopo un anno di tentativi non c’era ancora traccia di un bambino e inaspettatamente, Amber ha iniziato ad avere anche 20 vampate al giorno.

Il medico le ha detto che stava entrando in menopausa precoce.

Il livello del FSH, l’ormone che stimola l’ovulazione, era così basso che Amber era scioccata: “Ricordo solo che piangevo e chiedevo ‘potrò ancora avere figli?’?

Gli esami successivi hanno rivelato delle cattive notizie: Amber aveva una cisti di 7 cm nell’ovaio.

Dopo che è stato rimossa, Amber ha dovuto prendere un farmaco per 6 mesi, con dei terribili effetti collaterali che l’hanno distrutta, ma ancora non ovulava. I mesi passavano e nessuna delle terapia sembrava avere effetto.

Dopo aver deciso per la fecondazione assistita, la coppia si è sottoposta a due cicli, poi falliti.

Successivamente è stata scoperto ad Amber una ciste sulla tuba sinistra ed ha dovuto sottoporsi ad un intervento per rimuovere sia la ciste sia la tuba.

Le sue ovaie non avevano ancora ricominciato a lavorare, così il destino le sembrava segnato.

C’era però l’ultima opzione da considerare: la sua sorella più giovane, Taylor, le avrebbe potuto donare i suoi ovuli.

Le due ragazze sono andate insieme da un terapista assieme ai propri compagni per capire tutti insieme che cosa stava per succedere in modo che tutti fossero preparati. Dopo il primo trasferimento di ovuli fallito, la speranza sembrava ormai persa: “Eravamo distrutti. Mentalmente, emotivamente e finanziariamente pensavo che non avremmo potuto farlo di nuovo“. Tuttavia dopo 3 mesi lei e Chris hanno deciso di fare un nuovo tentativo.

Le due settimane di attesa sono state orribili” ha detto Amber “Un giorno pensi di esserci riuscito e il giorno dopo pensi di aver fallito di nuovo”.

Passati 9 giorni dal trasferimento degli ovuli sono andata in bagno e ho visto del sangue”. Rimanendo ottimista, Chris ha provato a rassicurarla dicendo che l’impianto può sanguinare.

Ho fatto il test aspettandomi un negativo ma erano le due linee più evidenti che avessi mai visto! Beh, le sole linee che avessi visto” si legge sul Mirror.

Il dottore le ha poi confermato di essere incinta, e nonostante le nausee mattutine, niente poteva rendere Amber più felice di un’altra notizia: aspettava due gemelli, un maschio e una femmina, che nasceranno a novembre.

Amber dice di aver condiviso la sua storia su Instagram affinché altre donne non si sentano sole.

Ecco cosa scrive Amber riguardo a suo marito “Gli ultimi 3 anni sono stati davvero difficili per noi, finanziariamente, mentalmente ed emotivamente ma mi hai accompagnato e sei stato accanto a me durante tutti gli appuntamenti, le operazioni e i crolli. Non vedo l’ora di vederti diventare padre dei nostri bambini che sono così fortunati ad averti!

L’infertilità è così come eppure non se ne parla abbastanza!

Sono fortunata ad avere degli amici e una famiglia che mi hanno dato tutto questo. E sono così orgogliosa di me stessa e del mio corpo”.  

E voi unimamme cosa ne pensate di questa storia?

Intanto vi lasciamo con il post che parla di una fecondazione assistita e di un cuore “particolare”.