La salute del bambino nei primi 12 mesi: la guida in 4 tappe del Bambino Gesù

salute del bambino

I primi 12 mesi di crescita di un bambino sono molto importanti, per questo i medici dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma hanno redatto una guida utile per i genitori sulla salute del bambino nel primo anno di vita suddiviso in quattro tappe.

La salute del bambino nei primi 12 mesi

La salute del bambino e le fasi della sua crescita sono state indicate in un calendario suddiviso in quattro fasce di età, redatto dai medici dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e riportato nel nuovo numero di ‘A scuola di salute‘, il magazine digitale a cura dell’IBG (Istituto Bambino Gesù per la Salute del Bambino e dell’Adolescente) diretto dal prof. Alberto G. Ugazio.

Ecco le varie tappe della salute e della crescita nei primi 12 mesi di vita del bambino suddivise in quattro fasce di età:

DA 0 A 30 GIORNI

Quando nasce il neonato una un peso normale compreso tra i 2.500 e i 4.500 grammi, in media è di circa 3.300 grammi. Successivamente crescerà di circa 20-30 grammi al giorno.

Tra le 48 e le 72 ore di vita (in genere prima della dimissione dal punto nascita) si effettua lo screening neonatale, con una puntura sul tallone del neonato che consente di diagnosticare precocemente alcune malattie ereditarie che colpiscono il metabolismo.

A pochi giorni dal parto quasi l’80% delle mamme soffre di malinconia e tristezza, il cosiddetto Baby Blues, che tende a sparire nel giro di qualche giorno. Il 10% circa delle neo mamme, invece, è colpita da vera e propria depressione post-partum, che necessita di psicoterapia o terapia farmacologica.

Alla nascita, il bambino ha già sviluppati tatto e udito, insieme ai normali movimenti e ai “riflessi arcaici” di prensione, il neonato tende afferra un oggetto che viene a contatto con la sua mano, e di suzione.

Già poco dopo il parto il neonato può essere attaccato al seno per l’allattamento, con diverse poppate nell’arco della giornata. Nel primo mese di vita dorme 16-18 ore al giorno e comunica soprattutto con il pianto.

Il 10% dei bambini è colpito da coliche nei primi mesi di vita.

DA 1 A 3 MESI

Durante il primo trimestre un bambino sano cresce  di circa 25-30 grammi al giorno e va pesato una volta alla settimana.

Deve assumere una quota di liquidi e nutrienti adeguata ai suoi fabbisogni, occorre dunque verificare che il bambino allattato al seno deglutisca in modo adeguato e anche che dorma 2-3 ore tra una poppata e l’altra.

Una volta al mese dovrà essere portato dal pediatra.

All’inizio dei primi tre mesi, nel lattante inizia a svilupparsi la vista, con una visione periferica con la coda dell’occhio. Dai due mesi migliora la messa a fuoco e comincia vedere meglio i volti delle persone intorno a lui.

Nel primo trimestre il bambino continuerà a prendere latte materno e solo in caso di impossibilità della madre si ricorrerà al ‘latte in formula’.

Il sonno nel lattante dura di solito tra le 18 e le 20 ore al giorno.

In questo periodo il bambino sarà esposto a pericoli, come incidenti domestici e infezioni. Pertanto non bisogna lasciarlo mai da solo e occorre rispettare il calendario vaccinale, che al 3° mese prevede la vaccinazione esavalente (obbligatoria) e quella contro il pneumoccocco (facoltativa).

DA 4 A 7 MESI

linguaggio dei segni bambini

Il bambino continua a crescere, prendendo circa 150-180 grammi di peso alla settimana e allungandosi di circa 2 cm al mese.

La sua vista continua a svilupparsi, così come la capacità di muoversi. Intorno a 6 mesi riuscirà a stare seduto da solo e porterà gli oggetti da una mano all’altra.

Nel periodo compreso tra i 4 e i 6 mesi, il bambino abbandona gradualmente la simbiosi con la mamma.

Dall’età di 6 mesi inizia lo svezzamento. In questo periodo compaiono anche i primi dentini, con qualche irritabilità e linea di febbre. Dategli qualche oggetto morbido di gomma adatto per neonati da mordere.

In questo periodo inizia a svilupparsi il linguaggio e anche la curiosità per il mondo intorno, i bambino fa cadere gli oggetti per sentirne il rumore.

Al 5° mese va effettuato il richiamo delle vaccinazioni (esavalente e pneumococco).

DA 8 A 12 MESI

Tra gli 8 e i 12 mesi il bambino prende all’incirca 70-100 grammi di peso la settimana, si allunga ancora di circa 2 cm al mese fino ai 9-10 mesi e 1 cm al mese fino al compimento del primo anno.

Tra i 9 e 10 mesi iniziano i primi passi, fino poi a rimanere in piedi da solo e poi camminare più velocemente.

Continua l’evoluzione del linguaggio, con la comprensione di nuovi vocaboli e la capacità di pronunciare parole più compiute.

All’età di 8 mesi distingue i volti dei familiari da quelli estranei.

Fino all’anno e mezzo sarà soggetto ad ansia da separazione dalla madre.

Anche se l’alimentazione del bambino sarà più varia, in questo periodo continuerà l’allattamento al seno.

Importanti, poi sono le vaccinazioni tra l’11° e il 12° mese, con il richiamo dell’esavalente, della vaccinazione contro pneumococco e meningocococco di gruppo C.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo alla pagina della guida sul sito web dell’Ospedale Bambin Gesù.

Voi unimamme cosa pensate di questo calendario? Seguite le indicazioni per la salute e il benessere dei vostri bambini?

Vi ricordiamo il nostro articolo: La salute del bambino: la guida dei pediatri per i genitori.

Video TUTORIAL – Come fare il bagnetto al vostro bambino