“A mia figlia”: la lista delle “cose da non fare” di una mamma da leggere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:27

Sono sempre tanti i saggi consigli e i valori che vorremmo trasmettere ai nostri bimbi mentre siamo con loro, a volte però ci manca l’occasione o non vorremmo essere pedanti.

Una mamma ha deciso di farlo a modo suo e sta ispirando tantissimi genitori.

“A mia figlia”: una mamma scrive alla figlia per prepararla alla vita

Toni Hammer è una mamma scrittrice che ha pubblicato sulla sua pagina Facebook la seguente lettera indirizzata alla figlia di 5 anni, che abbiamo tradotto per voi:

A mia figlia,

Non scusarti quando qualcuno ti intruppa.

Non dire “scusa per essere una tale rottura”. Non sei un fastidio, sei una persona con pensieri e sentimenti che meritano rispetto.

Non inventare storie per non uscire con un ragazzo con cui non vuoi uscire. Non devi a nessuno una spiegazione. Un semplice “no grazie” dovrebbe essere accettabile.

Non pensare troppo a quello che mangi davanti alle altre persone. Se hai fame, mangia, e mangia quello che vuoi. Se desideri una pizza non prendere un’insalata solo perché ci sono altre persone intorno. Ordina una dannata pizza.

Non tenere i capelli lunghi per far felice qualcun altro.

Non indossare un vestito se non vuoi.

Non rimanere a casa perché non hai nessuno con cui uscire. Porta te stessa fuori. Fai esperienze da sola e per te stessa.

Non trattenere le lacrime. Piangere vuol dire che stai sentendo qualcosa che necessita di uscire. Non è debolezza, vuol dire essere umani.

Non sorridere perché qualcuno ti ha detto di farlo.

Non aver paura di ridere alle tue stesse battute.

Non dire “sì” per essere educata. Di’ “no” perché è la tua vita.

Non nascondere le tue opinioni. Esponi il tuo punto di vista e fallo ad alta voce. Dovresti essere ascoltata.

Non scusarti per essere chi sei. Sii coraggiosa, audace e bella, sii te stessa senza scuse”.

Questa mamma invece di mettere dei paletti al comportamento della figlia, ha deciso di incoraggiarla ad essere se stessa.

“Voglio crescere una figlia che sia sicura di sé quanto gentile, che combatta per chi non può farlo da solo, che non abbia paura di sostenere le sue opinioni e che lavori duro per rendere il mondo un luogo migliore. Qualcuno che sia un amante della giustizia e creda che un cambiamento possa avvenire.”

Toni ha pensato di scrivere questa lettera indirizzata alla figlia di 5 anni perché quest’anno inizia l’asilo e la donna non voleva che la figlia vivesse la sua stessa esperienza.

Venivo presa di mira spesso da bambina e odio l’idea che lei passi ciò che ho passato io. So che non passerà molto tempo prima che qualcuno provi a farla sentire meno di ciò che è e vorrei lei che lo affronti con più fiducia in se stessa di quanta ne avessi io alla sua età” ha raccontato la donna su Bored Panda.

Molte mamme le hanno scritto commenti di sostegno: “credo che molte donne adulte dovrebbero seguire questi consigli”.

Infine questa mamma, che è anche una scrittrice, ha informato che questa lettera è diventata un libro e che una parte dei ricavi dalla vendita saranno donati alle organizzazioni che come missione hanno quella di incoraggiare le giovani donne.

[contact-form][contact-field label=”Nome” type=”name” required=”true” /][contact-field label=”Email” type=”email” required=”true” /][contact-field label=”Sito web” type=”url” /][contact-field label=”Messaggio” type=”textarea” /][/contact-form]

Unimamme, voi cosa ne pensate? Dareste questi consigli alle vostre bimbe?

Vi lasciamo con un’altra intensa lettera da mamma a mamma.