Mamma no-vax disperata: “Mia figlia si è vaccinata di nascosto!”

mamma no-vax

Mamma no-vax disperata: “Mia figlia si è vaccinata di nascosto!”. Cuore di mamma spezzato e sfogo sui social. La storia di una mamma che non è riuscita a convincere la figlia con le sue teorie anti vaccini.

Una storia che risale allo scorso dicembre, ma è diventata virale in questi giorni, citata dai media e condivisa sui social. Una storia che nasce  su Facebook, con l’incredibile sfogo di una mamma no-vax. Ecco cosa è successo.

Mamma no-vax disperata perché la figlia si è vaccinata

Quando i figli crescono e diventano maggiorenni i genitori si aspettano, sperano, che mettano in pratica quello che hanno insegnato loro dopo tanti anni di educazione, dall’infanzia all’adolescenza. Quando i figli tradiscono queste aspettative per mamma e papà è un colpo al cuore. Alle volte questo dolore è giustificato e assolutamente comprensibile, altre non lo è affatto, perché purtroppo ci sono dei casi in cui i genitori pur volendo o pur sostenendo di volere bene ai propri figli in realtà si immischiano in modo inopportuno nelle loro vite, in quelle che sono scelte che soltanto i figli possono fare e che attengono alla loro libertà e responsabilità. Un conto è pretendere che i propri figli si comportino in modo onesto, secondo le regole del vivere civile, altro è pretendere che facciano quello che i genitori desiderano e che rientra solo nella loro sfera personale. Insomma, le scelte sulla propria vita sono solo dei figli (si legga “Il profeta” di Gibran per cogliere meglio questo concetto).

Quando poi sono i genitori ad essere di cattivo esempio per i figli, con una educazione basata su principi sbagliati o assente, e i figli invece di seguire i cattivi esempi fanno di testa loro, allora siamo di fonte ad una ribellione salutare. Per i figli stessi in primo luogo, ma alla fine anche per i genitori.

Una storia simile è quella assurda accaduta ad una mamma no-vax, sembra americana, alla quale si è letteralmente spezzato il cuore quando è venuta a sapere che sua figlia di 19 anni si era vaccinata di nascosto. Un cuore di mamma ferito che ha affidato a Facebook il suo sfogo, ricevendo messaggi di sostegno ai confini della realtà.

Si stenta a credere che ci siano persone talmente invasate dalle loro credenze o dalla loro ideologia da perdere quasi il contatto con la realtà. Persone talmente prese dalle loro convinzioni che non si accorgono nemmeno dei loro figli e delle loro esigenze, non ne rispettano scelte. Le loro idee vengono prima dei loro stessi figli, e magari nemmeno se rendono conto.

Questa situazione è un po’ quella che si è venuta a creare con la mamma vo-vax che ha pubblicato su Facebook un post di sfogo incredibile, ma autentico, condiviso da diversi giornali.

Chiedo scusa in anticipo – si legge nel messaggio di stato pubblicato il 2 dicembre 2017 – Ma ho bisogno di un posto dove sfogarmi. Ho appena visto mia figlia dopo la visita dal medico. Lei ha 19 anni ora. Può fare le sue scelte, lo capisco. Tuttavia sono incredibilmente delusa in questo momento. Sei vaccini dopo tutto quello che ho cercato di insegnarle“.

Cuore di mamma no-vax spezzato dalla figlia degenere che si è lasciata vaccinare contro il papilloma virus e altre malattie. Ben sei vaccini, la povera mamma non riesce a capacitarsene. Quello che è ancora più assurdo sono le risposte di sostegno che la donna ha ricevuto, che mostrano le stessa intransigenza ideologica. Una madre sinceramente convinta della nocività dei vaccini per la salute dei figli si preoccupa per loro, ma non arriva ad augurarsi che si ammalino affinché “ricevano una lezione” se i figli decidono comunque di vaccinarsi. Un comportamento del genere non ha nulla a che vedere con l’amore e la cura dei figli, quanto piuttosto con quella delle proprie idee al limite del fanatismo religioso o del tifo calcistico.

Ecco il post della mamma no-vax e le risposte.

La mamma no-vax è traumatizzata dalla scelta ribelle e “sconsiderata” della figlia. Tanto provata che dice di dover andare a letto. In una risposta, viene incoraggiata ad andarsi a riposare, anche per curare i propri sentimenti feriti.

Il medico ha convinto la ragazza che le malattie per cui si è vaccinata sono molto peggio degli effetti avversi dei vaccini. “Mi chiedo se capirà mai quello che ho cercato di fare per lei“. Giusto, del resto le mamme “informate” ne sanno più dei medici. La mamma no-vax, poi, ammette di essere preoccupata dalle possibili reazioni avverse dei vaccini e dice che controllerà la figlia. Un commentatore sollecita la mamma a fare di più, mostrandole la corruzione che c’è dietro ai vaccini e mostrandole documentari., ecc. La mamma promette di non arrendersi.

La mamma no-vax afferma che la figlia si è fatta “prendere all’amo”. Dopo 8 anni di insegnamenti della mammina, la ragazza ha deciso di ascoltare “qualcuno” che lei ritiene più istruito. Il medico!

A che le chiede per quali malattie la figlia si sia vaccinata, la mamma no-vax risponde, con la emoj affranta: HPV e menigococco. Le altre non le conosce. C’è chi consiglia alla donna di non permettere alla figlia di fare i richiami del vaccino per l’HPV, il Gardasil. La madre approva, affermando che per fare il richiamo la figlia dovrà sgattaiolare via alle sue spalle. La donna comunque si augura che la figlia si senta a suo agio nel rivolgersi a lei se dovesse accadere qualcosa di brutto.

La donna poi dice ai suoi contatti di non essere ancora riuscita a parlare con la figlia, che è al lavoro. La mamma no-vax dice di avere tante cose da chiedere alla figlia. La donna si augura di riuscire a gestire in modo maturo la situazione, senza diventare emotiva. Poi, la mamma viene incoraggiata ad essere gentile e rispettosa quando parlerà alla figlia.

Infine il commento òiù sconcertante: c’è chi augura alla ragazza di avere una reazione avversa da vaccino, qualcosa che “le serva da lezione”. Altrimenti continuerà a “farsi avvelenare”! !Alle volte serve l’esperienza personale per capire e può essere la migliore educazione. La vergogna inoltre è quello che serve”. Afferma qualcun altro. La mamma-no vax è d’accordo nel dare una lezione alla figlia: dice di sentirsi male, ma allo steso tempo non vuole che sua figlia “faccia questo” ai suoi figli in futuro. “Ha bisogno di una svegliata”.

Incredibilmente alla mamma-no vax non importa nulla della figlia, ma solo di confermare le proprie idee e le proprie convinzioni. Non dice alla figlia: “Ti voglio bene, non condivido le tue scelte, ma spero vada tutto nel migliore dei modi”. No, le augura, come lezione, di ammalarsi.

Come reagire unimamme in storie come questa?

Il post con i commenti è sato pubblicato su Reddit

Vi ricordiamo il nostro articolo: Vaccini: sbagliato strumentalizzarli per la campagna elettorale