Un neonato di 3 mesi è stato ustionato intenzionalmente dalla babysitter (FOTO)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:58

Un bambino è rimasto ustionato alla mano, la responsabile è la babysitter.

Michelle Sabbagh è una mamma ora ventisettenne che, dovendo tornare in fretta al lavoro è stata costretta a trovare qualcuno che si occupasse di suo figlio Elliot di soli 2 mesi.

Non potendo sostenere i costi di un asilo nido, Michelle ha chiesto aiuto a una sua ex compagna di classe, Brittany Morton, a sua volta mamma di 2 bambini e in difficoltà economiche.

Un mese dopo però Michelle è stata chiamata al telefono da Brittany che sosteneva che la mano del piccolo sembrasse strana e che stesse sviluppando uno sfogo.

Michelle ha riconosciuto subito che si trattava di una bruciatura e ha portato Elliot in ospedale.

“Quando l’ho visto sono scoppiata a piangere. C’erano bolle gialle sul palmo e le dita. Era ovvio che fosse stato bruciato”.

Michelle ha chiesto spiegazioni all’amica, ma questa, piangendo, ha detto solo che non sapeva niente.

“Ha detto di avergli preparato una bottiglia di latte troppo bollente e di avergliela lasciata in mano mentre si occupava degli altri bambini”.

Brittany ha pregato Michelle di non denunciarla, ma la mamma ha pensato solo a portare il figlio in ospedale.

i medici le hanno detto che pensavano che l’ustione fosse stata intenzionale, così hanno arrestato subito la donna. Secondo loro la baby sitter gli aveva immerso la mano nell’acqua bollente.

 

“La sua versione continuava a cambiare”.

Brittany ha raccontato di aver rovesciato un po’ di caffè, poi di avergli lavato le mani con un panno caldo dopo che i bambini avevano mangiato caramelle appiccicose.

“Io non riuscivo a smettere di piangere perché era il mio compito proteggerlo e sentivo di averlo deluso. Continuavo a chiedermi: perché ho messo l’amicizia sopra la sicurezza di mio figlio?”

Ogni volta che vedo la sua mano me lo ricordo”.

Michelle ha aggiunto che nessuno vorrebbe credere che qualcuno possa far del male intenzionalmente a un bambino indifeso “mio figlio purtroppo è la prova che il maligno può possedere anche chi ci è più vicino”.

Morton ha poi accettato di dichiararsi colpevole di abuso di secondo grado per negligenza. La donna è stata condannata a 5 anni di reclusione e 10 di libertà vigilata.

L’evento è stato traumatico per tutti.

Michelle non è soddisfatta per la punizione ricevuta da Brittany, perché suo figlio ha avuto conseguenze che lo influenzeranno per la vita, infatti non riesce a muovere bene la mano.

Il piccolo, che ora ha 3 anni, ha già avuto 5 operazioni per il trapianto di pelle. Durante tutto questo periodo ha sofferto moltissimo ogni volta che i genitori gli cambiavano le fasciature.

“Le sue bruciature sono così gravi che il tessuto della pelle si restringe e limita l’uso della sua mano.”

“Ancora oggi non abbiamo ricevuto nessuna spiegazione da lei, ci fa male il fatto che non sapremo mai cosa è successo davvero”.

Unimamme, cosa ne pensate di questa vicenda di cui si parla sul Daily Mail?

In questo caso sicuramente c’è stata la volontà malata di questa donna, ma davvero con i bambini occorre sempre fare attenzione. Noi vi lasciamo con la denuncia di una mamma il cui figlio è stato ustionato dal ciuccio.