Dava birra al figlio di 7 mesi: papà sotto processo

neonato birra
Istock

Un uomo dava la birra al figlio di soli sette mesi. Adesso rischia una severa condanna per lesioni e maltrattamenti. Il piccolo è in comunità.

Questa è la storia di un padre irresponsabile. L’uomo un 37enne portava con se il figlio al pub, il problema è che gli faceva assaggiare la birra. All’epoca dei fatti il piccolo aveva solo sette mesi. L’uomo è stato accusato di lesioni e maltrattamenti. Ad incastrarlo anche una foto che lui stesso ha pubblicato sul social Facebook.

Il piccolo è stato affidato ad una comunità in quanto, per gli inquirenti, anche la madre non è in grado di prendersi cura del figlio.

Bambino che a sette mesi beve birra in un pub: arrestato il padre

Un uomo di 37 anni portava il figlio di soli sette mesi al pub facendogli bere della birra. Un comportamento assolutamente sbagliato, ma non per l’uomo. Come riportato da Repubblica ha riferito: “So cosa faccio, ho già cresciuto un altro figlio”, ha un altro figlio di una precedente relazione.

Il padre irresponsabile deve affrontare un processo al Tribunale di Busto Arsizio, davanti al cui giudice Raffaella Ferrazzi deve rispondere dei reati di lesioni e maltrattamenti.

Il 37enne non è nuovo alle forze dell’ordine. Ha come precedente una violenza sessuale su di una disabile.

É stato sentito durante un interrogatorio per circa dieci ore, dal pubblico ministeri Fabio Portera. Tra le carte che sono in possesso degli inquirenti c’è una prova molto importante. Agli atti è stata messa una foto che l’uomo ha pubblicato sul proprio profilo Facebbok, in cui si vede il bambino che è al pub con una pinta di birra.

All’epoca dei fati il piccolo aveva solo sette mesi. Stava nel passeggino ed era completamente stordito a causa dei diversi assaggi della bevanda alcolica. Adesso il bimbo è stato allontanato dalla famiglia. É stato affidato ad una comunità in quanto anche la madre è stata considerata non in grado di prendersi cura del piccolo.

Secondo il tribunale dei minori la donna non è mai riuscita ad opporsi all’uomo. La mamma del piccolo si è difesa dichiarando che aveva paura di opporsi al compagno in quanto aveva paura delle suo reazioni. Al momento non risulta indagata, ma potrebbe essere presto sentita come persona informata dei fatti.

Al contrario l’uomo rischia una severa condanna per lesioni e maltrattamenti nei confronti del proprio figlio.

Leggi anche > Minori italiani esposti a fumo, alcol, pornografia. Inchiesta del Moige

Voi unimamme cosa ne pensate di questa vicenda? Ne eravate a conoscenza?