Il Ponte Morandi non esiste più: 3500 sfollati e il loro rientro- FOTO&VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:48
Demolition Of The Eastern Section Of The Morandi Viaduct
Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images

Il Ponte Morandi è un ricordo: alle 9 e 37 di mattina del 28 giugno l’esplosione delle microcariche che ha fatto crollare i piloni 10 e 11, dopo 11 mesi dalla tragedia in cui sono morte 43 persone.

Un grande lavoro che va riconosciuto” ha dichiarato il sindaco Marco Bucci ringraziando tutte le persone che hanno lavorato e che hanno rispettato i programmi.

La demolizione del Ponte Morandi a Genova: doveva essere buttato già nel 2003

demolizione ponte morandi genova
Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images

Dovevo buttarlo giù nel 2003” ha dichiarato l’esplosivista Danilo, titolare della Siag di Parma, l’azienda di demolizioni con esplosivo che ha di fatto demolito ciò che restava del ponte.

L’esplosivista in conferenza stampa ha infatti raccontato come già nel 2003 gli fosse stato chiesto di demolire il ponte ma che poi il progetto non è stata realizzato per via dei costi. Si è però detto soddisfatto del lavoro svolto e soprattutto di essere riusciti ad effettuare un “contenimento delle polveri che farà scuola“.

demolizione ponte morandi genova
(Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)
Demolition Of The Eastern Section Of The Morandi Viaduct
Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images
demolizione ponte morandi genova
(Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)
demolizione ponte morandi genova
(Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)

Il problema infatti al momento è quello delle polveri sottili che sono costantemente monitorate e i cui valori serviranno a dare l’ok per il rientro degli sfollati. 30 i tecnici di Arpal impegnati a monitorare la qualità dell’aria e a campionarla per cercare fibre di amianto.

Ad ora, però, secondo quanto riportato dal sindaco, i risultati sembrano buoni. “Sia PM10 che PM2,5 sono inferiori a quello che pensavamo. Dopo i primi 20 minuti sono rientrati  completamente sotto la soglia” ha dichiarato Bucci e ha aggiunto che per dare l’ok occorrerà aspettare i dati sull’amianto delle 21. Se tutto andrà bene, ha precisato, si procederà al lavaggio delle strade e all’avvio del rientro verso le 22 e 30.

Ora potrà partire la ricostruzione e speriamo che sia davvero l’inizio di un nuovo futuro per Genova e per i suoi cittadini.

E voi unimamme avete seguito la demolizione? Che emozioni avete provato?