“Tafida non è pronta a morire”: la bimba condannata dai medici lotta per la vita – FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:27
tafida bambina
Fonte: GoFundMe “Save Tafida”

Tafida è una bambina inglese in stato di minima coscienza a cui i medici britannici vorrebbero spegnere i macchinari.

Unimamme, forse vi ricordate della piccola Tafida, una piccola di 5 anni colpita da aneurisma cerebrale il 9 febbraio scorso e  ricoverata presso il Royal London Hospital di Whitechapel, nella zona Est di Londra.

Tafida: la situazione della bimba inglese a cui i medici vogliono staccare le macchine

save tafida
@facebook Save Tafida

L’ospedale dove si trova la bimba vuole sospendere i trattamenti vitali per la bimba, i genitori però si oppongono.

Shelina, la sua mamma, conferma mostrando una foto sul cellulare : “Tafida  non è morta “Piccola mia, lo facciamo vedere come sei brava ad alzare il braccio?”.

La bimba risponde a questa richiesta alzando leggermente il braccio destro.

Come accennavamo il 19 giugno scorso l’ospedale ha comunicato alla famiglia l’intenzione di sospendere i trattamenti nel “miglior interesse” della piccina. Si tratta quindi di sospendere anche idratazione e alimentazione.

I genitori si sono rivolti all’Alta Corte britannica per avere l’autorizzazione a trasferire Tafida. L’ospedale Gaslini di Genova si è detto disposto ad accogliere la bimba, ma il giudice Alistair McDonald emetterà il suo verdetto solo agli inizi di settembre.

“Siamo pronti a accogliere all’ospedale Gaslini di Genova la piccola ricoverata in condizioni gravissime presso il Royal London Hospital di Londra” avevano dichiarato dal Gaslini di Genova.

Per il momento la bimba continua a respirare attraverso tubi disposti nelle vie respiratorie. Secondo gli esperti è a rischio di infezioni potenzialmente fatali.

La mamma della bimba, naturalmente, spera di poter trasferire la figlia al più presto.

“Nostra figlia è stabile al momento. I rapporti con l’ospedale sono amichevoli ma insistiamo per portarla in Italia dove avrà la massima probabilità di sopravvivenza,”  aveva detto in precedenza, la mamma della piccina.

Nel frattempo questi genitori hanno lanciato una raccolta fondi “Save Tafida” per poter sostenere le spese del trasferimento della bambina e per poterla seguire. e hanno lanciato una petizione su Change dove hanno firmato già 30 mila persone.

Conoscevate già la storia di Tafida? Che ne pensate?