Il bambino caduto nella piscina gonfiabile non ce l’ha fatta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:05
0
80
bambino caduto piscina gonfiabile
Piscina gonfiabile (iStock)

Il bambino caduto nella piscina gonfiabile non ce l’ha fatta, è morto il piccolo di due anni e mezzo.

Purtroppo l’incidente nella piscina gonfiabile accaduto lo scorso giovedì 1° agosto in Versilia è finito in tragedia. Il bambino di due anni e mezzo che era stato trovato privo di sensi in acqua non ce l’ha fatta, è deceduto in ospedale sabato 3 agosto.

Il bambino caduto nella piscina gonfiabile è morto

Il dramma è avvenuto a Torre del Lago, località della provincia di Lucca lungo la costa della Versilia. Giovedì scorso, Tommaso, questo il nome del bambino caduto nella piscina gonfiabile, aveva giocato con il fratello e il cugino nella piscinetta di casa, durante il pomeriggio. Poi la mamma lo aveva fatto uscire, insieme agli altri bambini, ed era andata in cucina a preparare la cena, con la zia che era con loro.

Tommaso, però, in un attimo di distrazione della mamma, è tornato verso la piscina gonfiabile, dove è stato ritrovato poco dopo, riverso in acqua e privo di sensi. Probabilmente il bimbo aveva provato a rientrare nella piscina ma deve essere caduto o deve aver avuto un malore. La mamma e la zia lo hanno soccorso subito, provando a rianimarlo e chiamando il 118.

Quando l’ambulanza è arrivata, il piccolo era in arresto cardiaco. I soccorritori lo hanno rianimato sul posto, poi il bambino è stato trasferito con l’elicottero all’ospedale pediatrico Opa di Massa. Qui il piccolo è stato attaccato alle macchine per la rianimazione. Nonostante il suo cuore avesse ripreso a battere le sue condizioni restavano gravissime.

Sono stati giorni di angoscia, con la speranza appesa a un filo che purtroppo è stato brutalmente reciso. Nonostante gli sforzi dei medici, Tommaso non ce l’ha fatta, la mattina di sabato 3 agosto le sue condizioni sono precipitate e il bimbo è morto. Il decesso è stato dichiarato ufficialmente nel pomeriggio, alle ore 17.00. I genitori hanno concesso l’espianto degli organi.

Sul caso è stato aperto dalla magistratura un fascicolo d’inchiesta contro ignoti. Un atto dovuto per accertare la dinamica dell’incidente e capire cosa è successo. La magistratura, tuttavia, non ha disposto l’autopsia sul corpo del bambino, perché è evidente la causa della morte.

Nel frattempo, tutta la comunità di Torre del Lago, sconvolta dalla tragedia, si è stretta intorno alla famiglia di Tommaso. Il Comune ha annullato il carnevale dei bambini che era in programma nella cittadina proprio per la sera di sabato.

La notizia della morte del piccolo Tommaso è stata riportata dal quotidiano La Stampa e da fonti locali, come Lucca in Diretta.

Che dire unimamme? Questa sembra un’estate maledetta per il numero di incidenti con bambini annegati in piscina. Purtroppo la prudenza non basta mai, nemmeno nei genitori più attenti.

Proprio all’ospedale pediatrico di Massa era morta lo scorso 17 luglio Sofia Bernkopf, la ragazzina di 12 anni annegata nella piscina di uno stabilimento balneare a Marina di Pietrasanta, pochi chilometri da Torre del Lago.