Maltrattamenti all’asilo: bimbi picchiati, lasciati a digiuno e sporchi

Sono stati scoperti numerosi maltrattamenti che avvenivano da diversi anni in un asilo in provincia di Pavia. Incriminate quattro maestre.

Maltrattamenti all'asilo
Maltrattamenti all’asilo: bimbi picchiati, lasciati a digiuno e sporchi – Universomamma.it

Un vero e proprio asilo degli orrori quello che è stato, per fortuna, chiuso in una città alle porte di Pavia. Secondo la procura di Pavia, nella struttura di sotto sequestro, i piccoli avrebbero subito percosse, cibo schiacciato in bocca per farli mangiare o digiuni forzati. Inoltre, a seguito delle indagini si è scoperto che la titolare ordinava meno cibo del necessario, anche se la retta se la faceva pagare per intero ed ordinava di cambiare non troppo spesso i pannolini ai bambini più piccoli.

Maltrattamenti in un asilo: violenze fisiche su bambini dai 3 mesi ai 3 anni

Da un’indagine, condotta dalla procura di Pavia e coordinata dal pubblico ministero Chiara Giuiusa, sono emersi degli episodi terribili che avvenivano in un asilo di San Martino Siccomario, alle porte di Pavia. A seguito delle indagini preliminari, la responsabile della struttura e tre collaboratrici, trai i 21 ed i 42 anni, sono state accusate di maltrattamenti su minore. Un luogo che doveva essere un riparo sicuro per i bambini era diventato, invece, un incubo. Come riportato da Il Giorno, i primi episodi risalirebbero a luglio 2017 e sarebbero proseguiti fino a marzo 2019, quando la struttura finita al centro delle indagini è stata chiusa definitivamente. La struttura accoglieva bambini di età tre i tre mesi ed i tre anni, una fascia di età tra quelle più indifese e vulnerabili.

LEGGI ANCHE > MALTRATTAMENTI IN UN ASILO NIDO DENUNCIATI SU GRUPPO WHATSAPP: GIUDICE ASSOLVE MAESTRA

Gli episodi di maltrattamenti sono tantissimi, i piccoli venivano strattonati, presi per i capelli e lasciati soli a piangere per ore, fino allo sfinimento. Le punizioni erano terribili, la titolare ad un bambino con disturbo del linguaggio, di due anni che aveva la sola colpa di essere vivace, lo ha punito legandolo ad un seggiolone e prendendolo a schiaffi. Il piccolo era tornato a casa con un labbro gonfio, ma ai genitori era stato fatto passare come un “incidente di gioco” con gli altri piccoli compagni. In un altro episodio, invece, una bimba sarebbe stata lasciata da sola per quasi 3 ore. La responsabile è anche accusata di aver picchiato, strattonato e lascito piangere i bimbi da soli in una stanza, fino allo sfinimento. I presunti episodi di maltrattamento contestati sono numerosi.

LEGGI ANCHE > “NIENTE ACQUA SE NON LA SMETTI”: INSULTI RAZZISTI, MALTRATTAMENTI E UMILIAZIONI AI BIMBI DI UN ASILO – FOTO

Inoltre, per far quadrare i conti, sempre la responsabile, ordinava metà dei pasti dei bambini così da intascare parte delle rette mensili sborsate da genitori e dal Comune. Anche il momento del pranzo era un incubo, i bambini che non volevano mangiare o venivano lasciati a digiuno o costretti ad ingurgitare del cibo che le maestre, con le mani, schiacciavano con forza nelle bocche dei piccoli.
Dalle indagini si è poi scoperto che anche l’igiene lasciava e desiderare, infatti i lettini dove facevano il riposino, a volte anche senza un controllo da parte di un adulto, avevano materassini e lenzuola sporche.

LEGGI ANCHE > MALTRATTAMENTI SUI BAMBINI IN UN ASILO NIDO: ARRESTATA LA MAESTRA

Bambini senza essere controllati, infatti le educatrici sarebbero state sorprese a bere il caffè al bar, mentre i piccoli dormivano soli, con la struttura presidiata da una giovane senza requisiti o diplomi specifici. Per di più, se questo non fosse già abbastanza terribile, la responsabile avrebbe ordinato alle sue collaboratrici di cambiare il meno possibile i pannolini. I piccoli venivano cambiati una sola volta al giorno, questo causava ad alcuni piaghe ed infezioni per la scarsa igiene. La procura ha sottolineato “l’aggravante, per tutti gli episodi, di aver commesso il fatto ai danni di bambini di tenera età (3 mesi – 3 anni), non ancora in grado di parlare e di riferire i loro bisogni (ad esempio la fame)“.

Voi unimamme cosa ne pensate di questa terribile vicenda? Ne eravate a conoscenza?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.

Maltrattamenti all'asilo
Maltrattamenti all’asilo: bimbi picchiati, lasciati a digiuno e sporchi – Universomamma.it