Seggiolini per auto ritirati da Amazon perché pericolosi | FOTO
Seggiolini per auto ritirati da Amazon perché pericolosi | FOTO

Seggiolini per auto ritirati da Amazon perché pericolosi | FOTO

Seggiolini per auto ritirati dal sito web di Amazon perché pericolosi. Cosa bisogna sapere.

Seggiolini anti-abbandono
Seggiolini per auto ritirati da Amazon perché pericolosi – Universomamma.it

Nel Regno Unito, a seguito di un’inchiesta della BBC sono stati ritirati dal sito di e-commerce di Amazon alcuni seggiolini per auto per bambini perché pericolosi. A quanto pare, i seggiolini erano in vendita solo nel Regno Unito ed erano stati messi in vendita al prezzo davvero basso di 3,99 sterline, pari a 5 euro circa. Ecco cosa bisogna sapere.

Seggiolini per auto ritirati da Amazon

Seggiolini per auto ritirati da Amazon perché pericolosi | FOTO – Universomamma.it (credits: BBC)

Quando un prodotto viene venduto a un prezzo davvero molto basso, c’è il rischio elevato che sia di pessima qualità o peggio ancora pericoloso, perché difettoso o realizzato con sostanze e materiali tossici. È sulla base di questo semplice assunto che la BBC, l’emittente televisiva nazionale britannica, ha condotto un’inchiesta sui seggiolini per auto, quelli dove far sedere i bambini per trasportarli in sicurezza, venduti a prezzi troppo bassi per il loro costo di realizzazione e la loro funzione, al di sotto delle 30,99 sterline, circa 37 euro. Un prezzo di vendita davvero troppo basso per dei dispositivi dai quali dovrebbe dipendere la sicurezza dei bambini in auto.

LEGGI ANCHE –> SEGGIOLINI ANTI-ABBANDONO: ECCO COME RICHIEDERE IL BONUS

Nel mirino della BBC sono finiti in particolare i seggiolini venduti da marche sconosciute e poco chiare nel modo di presentarsi. Il programma di attualità “Panorama” ha preso in esame, nello specifico, 4 marchi di seggiolini per auto. Il primo di questi marchi indicava il suo seggiolino come dispositivo per la “sicurezza per bambini“, sottolineandone la capacità di prevenire lesioni in caso di frenate improvvise. Peccato, però, che costava solo 3,99 sterline, circa 5 euro, un prezzo non verosimile per un dispositivo di sicurezza di questo tipo.

Gli altri tre marchi di seggiolini, invece, non indicavano nemmeno l’etichetta di sicurezza. Come scrive il sito web TecnoAndroid che riporta la notizia. Su altri seggiolini ancora, invece, erano già state condotte delle indagini, già dal 2013. Come ha rilevato Giovanni D’Agata, Presidente dello Sportello dei Diritti. Dai test realizzati su questi seggiolini è stato scoperto che alcuni andavano in pezzi in caso di scontri a circa 50 km orari. Altro che dispositivi di sicurezza! Degli strumenti letali, che rischiano di essere più pericolosi del viaggiare in auto senza seggiolino. Provate a immaginare cosa può succedere a un bambino legato a uno di questi seggiolini che si frantuma in caso di incidente, anche con un lieve tamponamento.

Il problema è che questi seggiolini per auto non erano in vendita in negozi anonimi e poco affidabili di qualche oscura periferia di città. Ma erano stati messi in vendita niente di meno che sul portale e-commerce di Amazon. Ricordiamo, infatti, che sul sito web di commercio online più grande del mondo vengono messi in vendita anche prodotti di rivenditori terzi, rispetto ad Amazon, che si iscrivono alla sua piattaforma e approfittano della sua visibilità assicurata dalla sua vastissima e rinomata vetrina.

LEGGI ANCHE –> RICHIAMO COCA COLA PER RISCHIO FISICO | LOTTI INTERESSATI | FOTO

Amazon, tuttavia, dovrebbe fare più attenzione ai rivenditori che ammette sul suo portale. Dopo l’inchiesta di BBC Panorama, comunque, ha fatto ritirare dal suo negozio di e-commerce nel Regno Unito i seggiolini incriminati. La società ha espresso il so rammarico per l’inconveniente e ha promesso di vigilare sulla sicurezza dei prodotti in vendita sul suo sito e sull’affidabilità dei suoi rivenditori. “La sicurezza è importante per noi“, ha dichiarato Doug Gurr, direttore di Amazon UK, spiegando che Amazon cerca di scoprire le truffe su suoi portali grazie a degli algoritmi automatizzati. Infatti, controllare manualmente, tramite operatore, 5 milioni di pagine di prodotti in vendita e le decine di milioni di recensioni lasciate sul sito dai clienti sarebbe un compito insostenibile. Anche l’algoritmo, però, non è perfetto e spesso il problema viene fuori solo quando un prodotto difettoso è stato già venduto.

Dal canto suo, l’azienda ha promesso di migliorare gli strumenti impiegati e le tecnologie per mettere in vendita sul proprio portale solo prodotti sicuri e in particolare garantire che i seggiolini in vendita su Amazon siano a norma e sicuri.

Nel frattempo, i produttori dei seggiolini non sicuri e ritirati dal negozio di Amazon UK non hanno risposto alle domande inviategli dalla BBC. Va ricordato, poi, che Amazon non è responsabile per i prodotti non a norma venduti sui suoi siti di e-commerce da rivenditori terzi, a meno che ne venga a conoscenza. In quest’ultimo caso Amazon è tenuta a far rimuovere il prodotto illegale dal suo sito. Questo però non basta a garantire la sicurezza degli acquirenti.

La notizia sui seggiolini pericolosi sul sito web della BBC.

Che ne pensate unimamme?

LEGGI ANCHE –> PERICOLO | RICHIAMO SEGGIOLINO PER BICI | TUTTE LE INFO

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK e INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.

Seggiolini per auto ritirati da Amazon perché pericolosi – Universomamma.it