Tassista Cavaliere della Repubblica per aver aiutato una bambina di 3 anni | FOTO
Tassista Cavaliere della Repubblica per aver aiutato una bambina di 3 anni | FOTO

Tassista Cavaliere della Repubblica per aver aiutato una bambina di 3 anni | FOTO

Il 2 giugno il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha insignito dell’onoreficenza di Cavaliere della Repubblica il tassista Alessandro Bellantoni che durante l’emergenze Covid – 19 ha aiutato una bambina.

tassista cavaliere
Tassista Cavaliere della Repubblica per aver aiutato una bambina di 3 anni FOTO Universomamma.it

Ieri 2 giugno il nostro Presidente Sergio Mattarella ha insignito dell’onoreficenza di Cavaliere della Repubblica il tassista Alessandro Bellantoni che, a fine aprile, ha aiutato una bambina che doveva recarsi al Bambin Gesù di Roma per un esame importante durante l’emergenza coronavirus.

LEGGI ANCHE > PAPA’ MULTATO MENTRE PORTA LA FIGLIA A UN CONTROLLO MEDICO: LO SFOGO E LE SCUSE | VIDEO

Tassista generoso riceve un importante riconoscimento da Mattarella

Come forse non vi sarà sfuggito, ieri, l’assegnazione del titolo di Cavaliere della Repubblica, svoltasi a Cologno, ha avuto un occhio di riguardo per chi, durante la pandemia, si è prodigato per gli altri. Alessandro Bellantoni è una di queste persone. Verso la fine di Aprile, quando durante il lockdown, Bellantoni ha effettuato gratuitamente una corsa di 1300 km. per trasportare da Vibo Valentia all’ospedale Bambin Gesù di Roma una bimba di 3 anni che necessitava una visita di controllo improrogabile.

 

LEGGI ANCHE > PAPA’ MULTATO DI 400 EURO PERCHé FUORI CASA CON I FIGLI: DENUNCIATO DAI VICINI

La piccina infatti, doveva effettuare un controllo oncologico. Bellantoni aveva conosciuto la famiglia di questa bambina poiché l’uomo ha un figlio con una disabilità. Quando ha saputo che questa famiglia aveva bisogno di aiuto non ha esitato un attimo e così ha accompagnato madre e figlia alla visita di controllo. “Sapevo che c’era una bambina che aveva bisogno di effettuare un controllo al Bambin Gesù. E la visita  era molto importante perché la piccola, che ora ha tre anni, in passato ha dovuto effettuare dei cicli di chemioterapia. Conosco la famiglia che, come me, ha anche un altro figlio con disabilità” ha raccontato l’uomo a un giornale romano.

Il tassista ha aggiunto: “so che, in questo momento, quella coppia sta attraversando un momento difficile e così mi sono offerto di dare una mano.  Sono partito il 28 aprile ed il giorno successivo abbiamo raggiunto l’ospedale romano. Per quanto riguarda il viaggio ho chiesto alla mia cooperativa di taxi di aiutarmi a recuperare tutti i certificati medici e le autorizzazioni necessarie, in modo da poter effettuare il viaggio in totale tranquillità“. Già, perché, come ricorderete, per muoversi durante la fase più acuta della pandemia nel nostro Paese, era necessario avere un più che valido motivo e, solo da oggi, 3 giugno ci si può spostare tra le regioni senza bisogno di autocertificazioni. Durante la chiusura Bellantoni e la sua cooperativa si sono messi e disposizione per corse solidali. In modo particolare questo tassista ha proposto il “taxi col sorriso”, dal momento che sapeva che per le persone disabili la reclusione poteva risultare molto difficile, lui aveva proposto di portarle in giro in taxi.

Durante il suo viaggio Bellantoni ha raccontato di essersi fermato a prendere un caffè all’altezza di Cosenza. “Gli agenti della Polizia Stradale, giustamente incuriositi dal taxi, mi hanno chiesto spiegazioni. Gliele ho fornite e devo dire che sono stati davvero gentili al punto che, il caffè, sono stati loro stessi a pagarmelo“. E se vi state chiedendo chi abbia pagato le spese, ecco cosa ha detto il generoso tassista “io non volevo nulla, ma la famiglia della bimba ha insistito per pagarmi un pieno di carburante. Comunque la cosa davvero importante è che la visita è andata bene. La piccola è davvero forte ed il controllo ha dato i risultati che i genitori speravano“. Intervistato su Roma Today a proposito dell’onoreficenza che gli è stata assegnata Bellantoni si schernisce “per me era una cosa piuttosto normale, un gesto  che mi sono sentito in dovere di compiere per una famiglia che era in difficoltà. Mi fa davvero molto piacere aver ricevuto questa onoreficenza, però, non so come dire, mi sembra un riconoscimento enorme, forse troppo”.  Unimamme, cosa ne pensate di questa vicenda raccontata su Gazzetta del Sud? La pandemia forse non ci avrà reso migliori, ma ha confermato che in giro ci sono persone disinteressate pronte ad aiutare nel momento del bisogno.

LEGGI ANCHE > IACOPO MEGLIO INSIGNITO CAVALIERE DELLA REPUBBLICA DA MATTARELLA

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.

Tassista Cavaliere della Repubblica per aver aiutato una bambina di 3 anni FOTO Universomamma.it
tassista cavaliere
Tassista Cavaliere della Repubblica per aver aiutato una bambina di 3 anni FOTO Universomamma.it