“I polmoni di mio figlio al 18enne che li aveva bruciati”: una storia di vita donata | FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:25
0
9

Il 18enne che ha subito un trapianto ai polmoni a causa del Covid – 19, è vivo grazie a Davide Trudu, morto a causa di un incidente col trattore.

I polmoni di mio figlio al 18enne che li aveva bruciati una storia di vita donata FOTO Universomamma.it

Un 18enne che ha subito un trapianto ai polmoni perché i suoi erano bruciati dal Coronavirus è vivo grazie a Davide Trudu, un 30enne sardo.

LEGGI ANCHE > RAGAZZO DI 18 ANNI CON I POLMONI BRUCIATI DAL VIRUS SALVATO DAI MEDICI “QUASI UN MIRACOLO”

Il gesto generoso di una famiglia salva un ragazzo

Il 16 maggio scorso Davide Trudu ha avuto un grave incidente con il suo trattore, mentre si trovava vicino a casa, a Samassi, nella Sardegna del Sud. Il 30enne, purtroppo, era in coma irreversibile a causa di una caduta dal trattore e così la madre, Ignazia Sanna e i 3 fratelli di Davide hanno deciso di donare i suoi organi. Il cuore di Davide ha salvato una donna sarda di 39 anni , mentre il fegato è andato a un emiliano. I reni, invece, a 2 persone di Carbonia. I suoi polmoni, infine, hanno aiutato Francesco, il 18enne che rischiava di morire perché gli organi che gli permettevano di respirare erano diventati inutilizzabili a causa del coronavirus.

LEGGI ANCHE > HA SUBITO UN TRAPIANTO DI FEGATO DIVISO QUANDO ERA BAMBINO “SENZA LA SCIENZA NON SAREI QUI

L’operazione è stata da primato qui in Europa ed è durata 12 ore. Ora Francesco, grazie ai polmoni di Davide respira da solo e si sta riprendendo. Mamma Ignazia ha raccontato al Corriere: “”Siamo in contatto con la sua famiglia ci aggiornano continuamente, sappiamo che sta meglio, e c’é voglia reciproca di conoscerci e quando sarà possibile ci incontreremo”. I famigliari di Davide sono stati contattati da 4 delle persone che hanno ricevuto gli organi del trentenne sardo e tutti hanno espresso il desiderio di incontrare le persone che hanno permesso loro di tornare a vivere. L’incontro si svolgerà sull’isola quando tutti saranno in condizioni fisiche e mentali di viaggiare. Per il momento anche la madre di Davide desidera soprassedere e aspettare per vedere in volto le persone che vivono grazie a suo figlio. “Mio figlio sarebbe stato felice di aver salvato delle persone: era generoso” ha detto la donna. Unimamme, cosa ne pensate di questa vicenda raccontata a Fanpage?

LEGGI ANCHE > TRIPLO TRAPIANTO DI RENI DA PRIMATO: MOGLI E UN FIGLIO COINVOLTI

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.

trapianto polmoni 18enne
I polmoni di mio figlio al 18enne che li aveva bruciati una storia di vita donata FOTO Universomamma.it