Bimba di 15 mesi lanciata contro un auto: arrestata la madre

Una bimba di 15 mesi è stata lanciata contro un auto dalla madre. Dalle indagini sono emersi i maltrattamenti della piccola.

Bimba lanciata contro un auto
Bimba lanciata contro un auto – Universomamma.it

Questa vicenda è terribile ed a tratti anche assurda. Una giovane mamma è agli arresti domiciliari per vari reati, estorsione, furto in un’abitazione ed uso indebito di carta di credito, ma il reato più terribile è quello di maltrattamenti in famiglia. La giovane donna, solo 23 anni, era solita usare violenza verso la figlia di due anni. Quello che i Carabinieri hanno scoperto, a seguito delle indagini, è terribile, la bambina subiva violenze già da quando era molto piccola.

LEGGI ANCHE —> BIMBA DI 4 ANNI RAPITA DALLA MADRE: CEDUTA AD UN TRAFFICANTE DI ESSERI UMANI

Bimba di 15 mesi lanciata contro un auto: minacce e violenze da parte della giovane mamma

Nel catanese, una donna di 23 anni e madre di tre figli, due bambine di 5 e 2 anni ed un maschietto di appena 2 mesi, è stata posta agli arresti domiciliari. La donna è stata denunciata perchè era solita maltrattare fisicamente ed anche con tanta violenza la figlia di due anni. Quello che hanno scoperto i Carabinieri a seguito delle indagini è sconvolgente. La giovane mamma legava la sua secondogenita con una corda al seggiolone, la obbligava con urla e botte a dormire quotidianamente dalle 21 alle 12, come riportato anche da Catanianews.

La bambina è stata riconosciuta dal compagno della donna, un 30enne agli arresti domiciliari, ma è figlia di un altro uomo, un 50enne sposato. A seguito delle indagini si è scoperto anche che la 23enne in seguito ad una litigata con l’ex amante, quando la piccola aveva solo 15 mesi, l’ha lanciata con violenza sul parabrezza della sua autovettura. L’uomo ha poi dichiarato che non ha mai sporto denuncia perchè la sua ex lo minacciava di rivalersi fisicamente e psicologicamente sulla bambina in caso non gli desse del denaro.

LEGGI ANCHE —> BAMBINA DI 10 ANNI “VENDUTA” A UN PEDOFILO DALLA MAMMA: L’ESITO DEL PROCESSO

In un altro episodio, l’ex amante si era recato alla stazione dei Carabinieri per trovare una soluzione, ma la donna appena lasciato la caserma lo ha di nuovo minacciato: “ti sei rovinato, ora vado a casa, prendo (…) e l’ammazzo di botte e se me la penso, una volte per tutte, la prendo e la butto dal balcone. Lo faccio una volta per tutte, ora la tengo al buio nella stanzetta e la tengo a digiuno. Questa cosa che tu stasera sei venuto dai Carabinieri ti farò vedere l’Inferno! A tua figlia (…) con questo tuo comportamento di stasera l’hai rovinata con le tue mani, vedrà l’Inferno pure lei!!! ..”. Terribile.

Bimba lanciata contro un auto
Bimba lanciata contro un auto – Universomamma.it

Le violenze erano rivolte anche all’attuale compagno ed ai suoceri ai quali era solita chiedere sempre delle somme di denaro per comprarsi la droga. La cognata, dopo aver visto che la nipotina aveva sul corpo segni di morsi sul viso, sulle braccia, sulla testa e di un sanguinamento dell’occhio destro per lo stesso motivo, ha finalmente deciso di chiedere l’intervento degli assistenti sociali che poi hanno chiesto l’aiuto dei Carabinieri. Fino a quel momento nessuno aveva mai fatto niente per aiutare la nipotina perchè erano terrorizzati, anche se vivevano tutti nella stessa casa, che la piccola potesse essere maggiormente esposta all’ira della madre. L’attuale compagno della donna ha dichiarato che la piccola aveva due denti rotti perché spezzati dalla madre con un cucchiaio sol perché, mentre le stava dando da mangiare, aveva avuto difficoltà a deglutire velocemente il cibo.

La 23enne è una tossicodipendente di Acireale ed oltre ad essere stata indagata per maltrattamenti in famiglia è anche accusata di estorsione, furto in abitazione e uso indebito di carta di credito. Per lei è stata  chiesta ed ottenuta la misura cautelare degli arresti domiciliari in abitazione diversa da quella dove abitano le persone offese con divieto di comunicazione tra quest’ultima e la figlia minore, nonché la misura interdittiva della sospensione dell’esercizio della responsabilità genitoriale per 6 mesi, eseguite dai Carabinieri della Stazione di Viagrande.

LEGGI ANCHE —> 13ENNE COSTRETTA A PROSTITUIRSI: CONDANNATA ANCHE LA MAMMA

Voi unimamme eravate a conoscenza di questa terribile vicenda? Cosa ne pensate? Povera piccola, speriamo che adesso senza la mamma possa crescere serena e tranquilla.

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.

Bimba lanciata contro un auto
Bimba lanciata contro un auto – Universomamma.it