La gravidanza è anche del papà | La scienza lo dimostra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:50

La gravidanza è anche del papà. La scienza lo dimostra: i cambiamenti che affrontano gli uomini durante la gestazione della donna.

gravidanza del papà
immagine da adobestock

La gravidanza negli ultimi decenni è diventata “di coppia”: sempre più spesso infatti gli uomini vengono coinvolti nelle scelte, accompagnano la mamma ai corsi preparto o alle varie visite durante la gestazione. E’ giusto quindi che si tenga conto anche delle loro esigenze e del risvolto psicologico che ha la gravidanza su di loro.

LEGGI ANCHE: LA COPPIA LITIGA DURANTE E DOPO LA GRAVIDANZA: GLI EFFETTI SUI BAMBINI A LUNGO TERMINE

La gravidanza è anche del papà,  la scienza ce lo spiega

gravidanza papà scienza cambiamenti
immagine da adobestock

Gli uomini hanno reazioni diverse quando gli viene annunciato che diventeranno papà. Alcuni di loro si chiudono a guscio, altri partecipano attivamente alla gravidanza, altri pensano all’aspetto economico. Sicuramente è importante per la coppia mantenere un dialogo attivo, confidarsi e parlare delle proprie emozioni e gestirle assieme.

Alcuni studi hanno dimostrato che durante la gravidanza nell’uomo avvengono dei veri e propri cambiamenti ormonali, dunque il loro comportamento può essere riconducibile a cambiamenti biologici tanto quanto quello delle donne in dolce attesa. L’uomo pare che sviluppi maggiormente ormoni che abbassano la sua virilità e che lo rendono più emotivo.

Anche l’aspetto psicologico non va sottovalutato. Molti uomini sembrano chiudersi durante la gravidanza della propria compagna e fare finta di niente. In realtà nella loro mente iniziano a manifestarsi molti dubbi, domande e incertezze. Innanzitutto va detto che, mentre la donna vive il legame biologico con il proprio bambino e affronta insieme a lui i cambiamenti del proprio corpo, l’uomo può soltanto immaginare come sarà il suo piccolo e cosa significherà per lui il suo arrivo. L’idea della paternità li porta innanzitutto a rapportarsi con il ruolo genitoriale e con l’esempio vissuto, che però si rifà ad un’epoca in cui la paternità non veniva vissuta intensamente come oggi. Poi iniziano a chiedersi se saranno all’altezza del compito e se saranno in grado di provvedere al benessere della propria famiglia: ecco perché molti di loro si buttano a capofitto nel lavoro e nella carriera, lasciando le loro compagne nella convinzione di essere sole ad affrontare tutto.

LEGGI ANCHE: ANCHE I PAPÀ CAMBIANO PER ACCOGLIERE IL NUOVO ARRIVATO: LO DICE LA SCIENZA

Alcuni uomini manifestano poi la reazione opposta: la sindrome di couvade, come viene definita in diversi studi scientifici e medici, in pratica consiste nella somatizzazione dei sintomi della gravidanza che porta il papà a provare molti dei sintomi che prova la mamma durante la gestazione, addirittura in alcuni casi le contrazioni.

La gravidanza quindi può essere un momento difficile per la coppia, per i cambiamenti fisici, ormonali e psicologici che si affrontano. Dunque di fondamentale importanza è il dialogo e la condivisione, cercando di trovare un punto di incontro per il benessere in primis di mamma e figlio. La donna può aiutare il suo compagno rendendolo partecipe di questa esperienza unica, dandogli dei compiti specifici e cercando di arginare quel senso di solitudine e abbandono che spesso accompagna i papà in questa esperienza, anche per l’attenzione giustamente data alla mamma e al bambino.

Sicuramente con la nascita del bambino mamma e papà provano emozioni indescrivibili. L’importante è che la coppia ne esca unita e sia capace di creare un legame nuovo, per vivere con serenità e gioia questo momento.

LEGGI ANCHE: LA GRAVIDANZA INFLUENZA ANCHE GLI ORMONI DEI PAPÀ, LO DICE LA SCIENZA

gravidanza del papà
immagine da pixabay

E voi Unimamme? Come avete vissuto con i vostri compagni la gravidanza?