Nasce una figlia indesiderata: ospedale rimborsa la coppia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:20
0
24

Figlia indesiderata: ospedale obbligato a rimborsare la famiglia.

sterilizzazione non riuscita risarcimento
credits: Adobe stock

Una mamma e la sua famiglia hanno ottenuto giustizia per una procedura medica fallita.

Ospedale fallisce una procedura medica e una mamma rimane incinta: il rimborso per mantenere la figlia indesiderata

Questa vicenda ha avuto origine 9 anni fa quando una mamma di 3 figli, non desiderando altre gravidanze per tutelare la serenità famigliare, ha deciso per una sterilizzazione tubarica da effettuarsi presso l’Ospedale Civile di Brescia. La donna, all’epoca, aveva 39 anni ed era ancora fertile.

LEGGI ANCHE: UN BAMBINO HA OTTENUTO UN RISARCIMENTO RECORD: HA CONTRATTO L’HERPES IN OSPEDALE

Due anni dopo, nonostante l’operazione, le è nata una figlia che la donna e suo marito hanno deciso di tenere ed allevare. Dal momento che si trattava di una gravidanza indesiderata i genitori, anch’essi lavoratori in ambito sanitario,  hanno deciso di fare causa all’ospedale bresciano assistiti dall’avvocato Paolo Persello. Una consulenza tecnica del Tribunale di Brescia, riportata su Il Giorno, recita così: “il fallimento della sterilizzazione è da attribuire ad una esecuzione tecnica chirurgica inadeguata, può dirsi provata la responsabilità dei sanitari nel fallimento dell’intervento di sterilizzazione eseguito sulla donna».

risarcimento da 90 mila Euro
credits: Unsplash

LEGGI ANCHE: NON PUO’ PIU’ DIVENTARE MAMMA PER COLPA DEL PARTO: CHIEDE RISARCIMENTO

Così, dopo 5 anni di battaglie legali è arrivata la sentenza che ha condannato l’azienda ospedaliera Spedali Civili di Brescia a pagare alla coppia i danni patrimoniali per l’intervento fallito, legando il risarcimento alle spese per il mantenimento della bambina fino ai 25 anni. Alla famiglia sono stati dati 300 Euro mensili, per un totale di 90 mila Euro. La mamma ha avuto anche 1531 Euro per la diastasi dei muscoli della parete addominale. Secondo i giudici “l’errore dei sanitari si è tradotto in una lesione al diritto della coppia di autodeterminazione nella scelta di non procreare”. Alla coppia inoltre non è stato riconosciuto il danno di dover limitare il tempo libero a causa della nascita della quarta bambina. In passato una ragazza nata con la Sindrome di Down ha ottenuto un risarcimento milionario.

LEGGI ANCHE: ELEONORA TETRAPLEGICA DALLA NASCITA PER ERRORE: ARRIVA IL PRIMO RISARCIMENTO

bambina non voluta
credits: Unsplash

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa vicenda? Sapevate che una mamma che è stata costretta a partorire sul pavimento è stata risarcita?

Per restare sempre aggiornato su richiami, notizie e tanto altro continua a seguirci su GoogleNews.