Sean Connery film, le sue 5 pellicole più belle da rivedere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:30

Sean Connery ci ha lasciato all’età di 90 anni, ricordiamolo allora insieme attraverso 5 tra i suoi film più memorabili di sempre.

Sean Connery 007
Photo by Terry Fincher/Daily Express/Hulton Archive/Getty Images

Ci ha lasciato all’età di novant’anni uno egli attori più iconici, sensuali e magnetici degli ultimi anni.

Sean Connery era una vera e propria icona del grande schermo e, in quanto tale, non possiamo che ricordarlo attraverso i suoi film e i ruoli che ne sancirono la fama.

Difficile però scegliere tra tutte le pellicole da lui interpretate. Seguendo il nostro cuore ne abbiamo selezionate cinque ma voi naturalmente seguite il vostro e rivedete Sean Connery nei suoi ruoli più memorabili.

5 film con Sean Connery da rivedere

Sean Connery film
Photo by Michael Loccisano/Getty Images

I nostri cinque film del cuore con Sean Connery sono:

Gli Intoccabili – Non potevamo che partire dal film che valse a Sean Connery il meritatissimo premio Oscar. Nei panni di un poliziotto di quartiere che decide di mettersi in gioco per sgominare la banda di Al Capone, l’attore è semplicemente indimenticabile.

Highlander – Maestro nell’arte della spada, Sean Connery interpreta qui il mentore del protagonista Christopher Lambert. All’interno della pellicola non è infatti lui in primo piano ma bastano poche scene affinché il suo volto resti scolpito nella mente di tutte noi.

Agente 007 – Licenza di uccidere – Sean Connery è però per tute noi Bond James Bond. Difficile scegliere una sola pellicola tra le tante in cui l’attore interpretò l’agente a servizio di Sua Maestà ma, se proprio una scelta va fatta, noi scegliamo la prima volta, quella che, come si suol dire, non si scorda mai. Licenza di uccidere segno l’esordio di Sean Connery nei panni di 007 e, grazie anche alla prima meravigliosa bond girl, Ursula Andress, la pellicola è ancora oggi memorabile.

Indiana jones e l’ultima crociata – Sean Connery papà di Indiana Jones è senza dubbio una di quelle pietre miliari del cinema che non si possono dimenticare. La vena ironica dell’attore emerge qui con sagacia e trasforma un padre un po’ assente e egocentrico in un personaggio semplicemente irresistibile.

Il primo cavaliere – Uno Sean Connery decisamente più attempato quello che ritroviamo qui nei panni di re Artù ma sempre così affascinante da poter competere con un sex symbol del calibro di Richard Gere. Chi non avrebbe voluto esser al posto di Julia Ormond, combattuta tra due uomini così?