Cartoni animati e bambini: ecco le regole per un sano divertimento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30
0
707

Come è noto i bambini amano i cartoni animati, ma quali sono le regole da tenere in considerazione per un sano divertimento?

Bambina che guarda la tv (fonte unsplash)
Bambina che guarda la tv (fonte unsplash)

Ora che in Italia le restrinzioni per il Covid19 sono sempre più stringenti ci si ritrova a trascorrere molto più tempo in casa.

Ecco che molte mamme per ritagliarsi un pò di tempo per sé hanno bisogno di un valido alleato per tenere i propri bimbi tranquilli.

Di certo grazie alle nuove tecnologie sono tanti i passatempi che i bimbi hanno per non annoiarsi.

In un articolo precedente si è parlato ad esempio dei videogiochi per comprendere o meno quanto siano pericolosi per i più piccoli.

Ne è emerso che i genitori non devono vedere la tecnologia come un nemico, ma inoltrarsi maggiormente nella sua conoscenza per capire cosa ha da offrire a loro e ai bambini.

Stessa cosa vale per la televisione. Sempre in passato si è parlato di quante ore i bambini dovrebbero stare davanti il televisore, cosa che dipende strettamente dall’età dei minori.

Tuttavia, come è noto i più piccoli sono naturalmente attratti dai cartoni che rappresentano un ottimo svago e anche un modo per farli stare tranquilli.

Certo è necessario però che non abusino troppo di questi. Ma ci sono delle regole da fargli rispettare in modo tale da non far assuefare i piccoli davanti al televisore?

Cartoni animati e bambini: le regole da considerare

Televisione (fonte unsplash)
Televisione (fonte unsplash)

Per i più piccoli c’è un vasto campionario di cartoni da mostare loro. Per i bambini dai 0 ai 3 anni, i più adatti sono quelli in cui ci sono animali antropomorfi che parlano tra di loro, si relazionano con le loro famiglie e svolgono una vita simile alla nostra.

LEGGI ANCHE: Bambini all’asilo: maggiori difficoltà per via della troppa televisione vista da piccoli

Per molte mamme questi nomi saranno abbastanza familiari come ad esempio Masha ed Orso che narra l’amicizia tra una bambina e un orso, Peppa pig in cui il maialino orso insieme alla sua famiglia sono i protagonisti, ma anche Curioso come George che è la storia di una scimmietta che non parla e che vive diverse avventure.

A questi ovviamente si uniscono i cosiddetti classici della Disney senza tempo, come ad esempio La Bella e la Bestia, Cenerentola, la Sirenetta, Il Re Leone, Il Libro della Giungla,  Gli Aristogatti.

Pare, in base a degli studi recenti, che i bambini sopra i 5 anni abbiano notevoli benefici nel guardare i cartoni.

Uno di questo innanzitutto riguarda la capacità di inventiva e, soprattutto, di raccontare storie.

Inoltre sempre in base ad alcuni studi si è visto come i cartoni riescono ad influenzare il comportamento dei bambini sia in positivo sia in negativo, in base ai messaggi di cui si fanno portatori.

Proprio per questo è sempre bene controllare ciò che stanno guardando.

Di conseguenza per i bambini al di sotto dei 5 anni, bisogna stare particolarmente attenti ai contenuti dei vari cartoni perché essendo ancora piccoli non sono in grado di riconoscere ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.

LEGGI ANCHE: I bambini non riescono a lasciare i videogiochi: il loro cervello è immaturo

Infatti il Ministero della salute ha messo in evidenza quali possono essere i rischi per  bambini che trascorrono troppo tempo davanti la televisione: “I bambini sotto i cinque anni devono trascorrere meno tempo seduti a guardare gli schermi, devono dormire meglio e avere più tempo per giocare se vogliono crescere sani“.

Infine per garantire un divertimento sano e piacevole ai bambini, è bene tenere a mente delle semplici regole:

  • evitare cartoni che contengono qualsiasi contenuto di violenza, il bambino potrebbe voler emulare ciò che vede in televisione;
  • è importante che il telecomando non venga mai lasciato in mano al bambino, in modo tale che non abbia la facoltà di cambiare canale;
  • no alla televisione nella camera dei bambini: questa distrae i bambini dagli altri giochi e dalla noia;
  • niente cartoni durante i pasti: quando si mangia è importante impostare una relazione con i bambini, parlando loro e facendosi raccontare ad esempio cosa hanno fatto nel corso della giornata.
Bambino che gioca (fonte unsplash)
Bambino che gioca (fonte unsplash)

LEGGI ANCHE: Ritira il figlio dal liceo: vuole farlo diventare un campione ai videogiochi

E voi unimamme che regolare state adoperando per far vedere ai vostri bimbi i cartoni animati, ma senza esagerare troppo?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS