Dal bagno all’auto elettrica: tutti i bonus ecologici in arrivo nel 2021

Nel prossimo anno continuerà l’ondata di bonus iniziata negli ultimi mesi: i bonus ecologici sono in arrivo nel 2021. Questi bonus permetteranno dei comportamenti più responsabili nell’uso delle risorse naturali. 

fonte: iStock

La Legge di Bilancio approvata da poco per l’anno 2021 prevede numerosissimi bonus “green” per chi è sensibile alle tematiche ambientali, e per coloro che vogliono adottare comportamenti più responsabili nell’uso delle risorse naturali.

E’ in arrivo, infatti, la possibilità di risparmiare grazie a delle agevolazioni fiscali che premieranno i comportamenti più ecologici. Nel corso dell’anno venturo ci si impegnerà nella lotta allo spreco dell’acqua con incentivi per i rubinetti di milioni di italiani.

Inoltre, saranno disponibili anche incentivi che premieranno coloro che deciderano di sostituire le bottiglie d’acqua con un solo distributore di acqua potabile.

Ecco nello specifico tutti i bonus che sono in arrivo nel 2021.

Ecco tutti i bonus ecologici in arrivo nel 2021

fonte: iStock

Il primo bonus in arrivo nel 2021 sarà il nuovo bonus idrico che potrà arrivare fino ad una cifra massima di 1000 euro. Questo bonus ha lo scopo di incentivare l’acquisto di nuovi sanitari, rubinetti, miscelatori, soffioni e colonne doccia di ultima generazione e in grado di prevenire gli sprechi.

Per quanto riguarda i sanitari, invece, lo sgravio fiscale è destinato solo quelli in ceramica con un volume massimo di scarico di 6 litri. I soffioni da doccia potranno arrivare fino a 9 litri al minuto.

Il secondo bonus in arrivo, invece, riguarderà i distributori d’acqua potabile e i sistemi per le “bollicine fai-da-te”. L’idea alla base di questo incentivo, infatti, è quella di incentivare l’uso di distributori di acqua minerale per ridurre l’uso – e lo spreco – di plastica.

Sarà prevista un credito d’imposta del 50% per l’acquisto di distributori dotati di sistemi di filtraggio, di mineralizzazione, di raffreddamento e di addizione di anidrite carbonica con i quali sarà possibile anche ottenere dell’acqua frizzante.

Questo bonus potrà essere richiesto sia da attività commerciali che gli enti del Terzo settore e gli enti religiosi. Ci sarà il via libera quindi per bar, ristoranti, uffici, negozi, studi professionali ma anche chiese o altri luoghi sacri. I privati, invece, potranno richiedere un bonus il cui importo sarà compreso entro un contrinuto massimo di 1000 euro.

Per quanto riguarda il terzo bonus, la Legge di Bilancio del 2021 ha permesso la proroga del bonus facciate al 90%, che permette di migliorare l’estetica e il rendimento energetico degli edifici.

A partire dal 2021 questo bonus potrà essere ottenuto non solo dalle case unifamiliari, ma anche dagli edifici bifamiliari, trifamiliari e quadrifamiliari, in possesso di un unico proprietario o in comproprietà.

Prorogato fino al 2021 anche il bonus per chi decide di ristrutturare il giardino.

Nel 2021 arriverà anche un contributo creato appositamente per soddisfare le esigenze di coloro che hanno intenzione di acquistare un automobile elettrica. Potrano richiedere il bonus gli idivisui e le famiglie che presentano un reddito Isee inferiore a 30.000 euro. 

Sarà previsto, infatti, un contributo fino al 40% del costo di acquisto di auto elettriche nuove, di potenza fino a 150 kW e con un prezzo fino a 30.000 euro.

Per tutti i bonus, ovviamente, bisgnerà aspettare ancora qualche mese dopo l’inizio del 2021.

E voi Unimamme, eravate a conoscenza di questi incentivi? Che ne pensate?