Tutti i bonus per le famiglie previsti nella nuova manovra a seconda dell’Isee

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:33

La nuova manovra economica approvata alla fine del 2020 prevede una serie di bonus e agevolazioni per chi vive una situazione economica difficile. Scopriamo quali sono i bonus per chi ha Isee basso.

bonus per chi ha Isee basso
Foto da Pixabay

Chiunque avesse un Isee al di sotto dei 10mila euro ha a disposizione una vasta gamma di agevolazioni. L’ultima legge di bilancio, infatti, ha introdotto tutta una serie di bonus che vanno nella direzione di aiutare le famiglie che versano in condizioni economiche precarie.

Tra i bonus per chi ha Isee basso quello asilo nido e affitto

Bonus per chi ha Isee basso
Foto da Pixabay

Tra i vari, c’è il bonus sociale per combattere il disagio economico. In questo caso, chiunque chiedesse di averne accesso potrà contare sulla possibilità di avere uno sconto sulle bollette di luce, gas e acqua. Per questo bonus, tra l’altro, non servirà più fare apposita domanda. Sarà sufficiente fare la presentazione della dichiarazione sostitutiva unica. Ad ogni modo, l’accesso è fissato per coloro il cui Isee non superi gli 8.265 euro.

Si aggira sempre sugli ottomila euro, il limite massimo di Isee per richiedere lo sconto sulla bolletta del telefono.

In riferimento, invece, alla Social Card, l’Isee massimo richiesto è di 6.966,54 euro e consiste nello sconto sull’acquisto di beni considerati di prima necessità. Questa misura è indirizzata, in particolare, agli ultrasessantacinquenni e alle famiglie con bambini che non superano i tre anni di età.

Tra le varie misure, sono da segnalare anche i provvedimenti che i Comuni stanno prendendo per le famiglie con un maggiore disagio economico. Tal provvedimenti possono variare in base alla città, non a caso, l’importo del bonus affitto e la procedura per ottenerlo non sono le stesse in tutti i Comuni. Ad ogni modo, il bonus può essere richiesto da chiunque non riesca a pagare il canone di affitto a causa delle sue condizioni economiche.

Sono sempre le amministrazioni di ciascun Comune, poi, ad erogare il bonus spesa per le famiglie con Isee basso che, come sempre, varia da città in città.

Più che ai singoli, tali agevolazioni sono rivolte, soprattutto, alle famiglie. Per fare un esempio, le famiglie con Isee al di sotto dei 7mila euro possono usufruire per l’intero importo del bonus bebè, sia se hanno un bambino nel primo anno di vita sia, in caso di adozione, è nel primo anno di permanenza all’interno della nuova famiglia.

Va detto che del bonus in questione può beneficiare anche chi ha un Isee superiore ai 40mila euro, tuttavia, per chi non raggiunge i 7mila è prevista la cifra intera di 1.920 euro all’anno, in caso di primo figlio, o di 2.304 euro, nel caso di un secondo figlio. In altre parole, stiamo parlando di 160 euro al mese per il primo figlio o di 192 euro al mese per il figlio successivo al primo. A tal proposito, lo sapevate che è stato istituito un fondo per le famiglie?

Da non dimenticare, è anche il bonus asilo nido e a poterlo richiedere sono le famiglie con un Isee più alto di diecimila euro, tuttavia, va specificato, che soltanto quelle che rientrano nei 25mila può beneficiare dell’importo massimo di tremila euro.

Fondamentale per tutti questi bonus è l’Isee.

E voi unimamme, cosa ne pensate di questi bonus e, soprattutto, ne usufruirete?