Svezia, passata da modello per il Covid alla chiusura: cosa cambia nel paese scandivavo

La Svezia si arrende al Covid e approva una legge con restrizioni. Anche nel Paese scandinavo arrivano chiusure e obbligo di mascherina.

svezia covid legge
La Svezia si arrende al Covid e approva una legge con restrizioni – Universomamma.it (In metropolitana a Stoccolma con la mascherina. Foto di JONATHAN NACKSTRAND/AFP via Getty Images)

Ora presa a modello, ora criticata, la Svezia è stata molto discussa per il suo modello di gestione dell’emergenza sanitaria anti-Covid. Il Paese aveva introdotto delle restrizioni e alcune limitazioni agli assembramenti, ma lasciando quasi tutto aperto e dando ai cittadini delle raccomandazioni piuttosto che imporre dei veri e propri divieti o obblighi. Anche l’uso delle mascherine era solo raccomandato nei luoghi chiusi e non obbligatorio.

Decisioni che hanno fatto molto discutere, tuttavia. Perché se anche la Svezia è un Paese molto grande con una scarsa densità abitativa e un numero di abitanti simile a quello della Lombardia, sebbene molti siano concentrati nella capitale Stoccolma e nelle altre città principali, la mortalità per Covid è molto più alta di quella degli altri vicini Paesi scandinavi, che hanno adottato lockdown e misure di contenimento molto più restrittive.

Sebbene il tasso di mortalità sia più basso di quello di altri Paesi europei come l’Italia, la differenza con i vicini è enorme. Stando ai dati raccolti da Worldmeters sulla pandemia di Covid, l’Italia ha 1.290 morti su un milione di abitanti. Uno dei più alti in Europa, dietro solo a Belgio (1.716), Slovenia (1.417) e Bosnia Erzegovina (1.310). La Svezia, tuttavia, non è lontana da noi, con 931 morti su un milione di abitanti, subito dietro alla Svizzera con 947. Entrambi i Paesi hanno visto peggiorare l’andamento dell’epidemia sui loro territori.

La differenza più macroscopica, come abbiamo detto, è però con gli altri Paesi scandinavi. In Danimarca il tasso di mortalità è di 261 su un milione di abitanti, in Finlandia di 106 su milione e in Norvegia di soli 87 morti. Il divario della Svezia con questi Paesi dalle caratteristiche simili è lampante.

Riguardo ai contagi per numero di abitanti, poi, la Svezia è molto avanti rispetto a noi con 48.308 casi su un milione di abitanti. Contro i 37.042 dell’Italia. Con un numero più alto di test in Italia.

Ora, la recrudescenza della pandemia, anche la Svezia ha deciso di cambiare le politiche di prevenzione del Covid-19 e per prima la volta si è dotata di una legge per introdurre nuove restrizioni, disporre chiusure e obblighi per la popolazione. Ecco di cosa si tratta.

La Svezia si arrende al Covid e approva una legge con restrizioni

Con una curva epidemica in ascesa, oltre 7mila contagi al giorno e un numero di morti che ha raggiunto complessivamente i 9.433 casi, anche la Svezia ha deciso di adottare maggiori restrizioni, con una legge che dà al governo il potere di introdurre chiusure, nuove restrizioni e limitazioni alla libertà delle persone.

Già prima di Natale era stato annunciato in Svezia che dal 7 gennaio sarebbe stato consigliato l’uso della mascherina sui trasporti pubblici. Un consiglio che gli svedesi hanno adottato subito. Un numero consistente di persone hanno iniziato a indossare la mascherina anche nei luoghi pubblici, al chiuso, ma anche all’aperto. Come riporta Il Fatto Quotidiano.

Ora, con la nuova legge, approvata dal parlamento svedese l’8 gennaio e che entrerà in vigore domenica 10 gennaio fino al 21 settembre, il governo avrà nuovi poteri per disporre le chiusure di negozi, centri commerciali ma anche trasporti pubblici. Potrà essere decisa anche la chiusura di teatri, cinema, palestre, campeggi, zoo, musei e altri luoghi per attività ricreative o culturali, anche parchi e stabilimenti balneari.

Inoltre, il governo potrà imporre dei limiti sul numero di persone ammesse in determinati luoghi pubblici specifici e restrizioni alle riunioni pubbliche. Per la prima volta saranno applicate delle multe a coloro che non rispetteranno le nuove restrizioni.
La Svezia aveva fatto notizia in tutto il mondo per non avere mai imposto i lockdown introdotti, invece, n altri Paesi europei. Anche il Paese scandivano, tuttavia, si è dovuto arrendere alla forza della pandemia e introdurre nuove restrizioni, fino alla nuova legge, per contenere una seconda ondata di contagi più grave di quanto previsto.

Per quanto riguarda l’Italia, vi ricordiamo le ultime norme anti-Covid varate dal governo con un nuovo decreto legge in vigore fino al 15 gennaio e le FAQ relative.

covid
(Adobe Stock)

Che ne pensate unimamme delle nuove restrizioni in Svezia?