Influenza: come sta andando l’epidemia in Italia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00

Influenza: come sta andando l’epidemia in Italia. Il bollettino Influnet aggiornato.

influenza epidemia italia
Influenza: come sta andando l’epidemia in Italia – Universomamma.it (Adobe Stock)

Mentre siamo presi dall’emergenza sanitaria Covid-19, che sicuramente merita la massima attenzione, dobbiamo anche ricordarci che siamo nel pieno della stagione influenzale. Solitamente, infatti, è intorno a questo periodo che si verifica il picco epidemico, con il boom di contagi e italiani a letto, con febbre, raffreddore e dolori articolari.

Il picco dell’influenza, infatti, si verifica solitamente tra la metà e la fine di gennaio, nel periodo più freddo dell’anno e quando bambini e ragazzi sono tornati a scuola dalle vacanze di Natale e si trasmettono l’infezione tra loro. L’incidenza più alta dei contagi, infatti, è soprattutto tra i bambini, in particolare quelli sotto i 5 anni, che sono i più infettivi.

Quest’anno, però, è cambiato tutto. I casi di influenza sono molti meno di quelli attesi, sebbene un calo fosse stato comunque previsto. Questa situazione che è stata determinata indirettamente dal Coronavirus Sars-CoV-2. Le misure di contenimento del virus, infatti, tra mascherine, distanziamento fisico, igiene delle mani, alcune scuole chiuse (le superiori in tutta Italia, elementari medie in alcune regioni) e le chiusure di locali pubblici (bar, ristoranti, palestre) hanno di fatto impedito la circolazione del virus.

Pertanto, non solo la previsione dei medici di famiglia del Simg, che avevano stimato il picco a metà gennaio 2021 circa 6 milioni di casi, sarà molto probabilmente smentita, ma potrebbe verificarsi una situazione come quella dell’Australia dove l’influenza stagionale la scorsa estate era spartita (quando da loro era inverno).

È ancora presto per tirare delle conclusioni, è indubbio comunque che i casi di influenza in questa stagione siano molto pochi e continuino a mantenersi al di sotto della soglia di base. Ecco cosa bisogna sapere dall’ultimo bollettino Influnet aggiornato.

Influenza: come sta andando l’epidemia in Italia

Sono usciti i dati dell’ultimo rapporto Influnet sui casi di influenza stagionale in Italia. I dati sono aggiornati dalla rete di sorveglianza epidemiologica e virologica, che fa capo al Dipartimento Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS).

Il bollettino Influnet è aggiornato al 13 gennaio 2021 e riporta i casi di influenza registrati nella settimana dal 4 al 10 gennaio 2021, la 1^ dell’anno.

Abbiamo già anticipato che anche i casi di influenza continuano a mantenersi ben sotto la media in tutta Italia. Va, tuttavia, precisato, che a causa dell’emergenza Covid-19 alcune Regioni e Province Autonome non hanno attivato la sorveglianza. Come: Calabria, Campania, Sardegna, Province Autonome di Trento e di Bolzano. Dunque casi effettivi potrebbero essere di più. In ogni caso siamo ben sotto i numeri degli anni scorsi. Infatti, in tutte le Regioni italiane che hanno attivato la sorveglianza il livello di incidenza delle sindromi simil-influenzali è sotto la soglia basale.

In Italia, nella 1^ settimana del 2021, dal 4 al 10 gennaio, l’incidenza delle sindromi simil-influenzali si mantiene stabilmente sotto la soglia basale con un valore pari a 1,4 casi per mille assistiti. La stessa incidenza della settimana precedente, dal 28 dicembre al 3 gennaio.

Nella scorsa stagione, invece, nella prima settimana dell’anno il livello di incidenza era pari a 6,6 casi per mille assistiti. Una differenza importante.

influenza epidemia

Nella prima settimana del 2021, dal 4 al 10 gennaio, i casi stimati di sindrome simil-influenzale, rapportati all’intera popolazione italiana, sono circa 86.000, per un totale di circa 1.427.000 casi a partire dall’inizio della sorveglianza.

influenza
La curva epidemica dell’influenza nella 1^ settimana del 2021 a confronto con le curve degli anni passati (Bollettino Influnet – Istituto Superiore di Sanità)

L’incidenza delle sindromi simil-influenzali dal 4 al 10 gennaio a livello generale è di 1,4 casi ogni mille assistiti. Così suddivisa per fasce di età:

  • 0-4 anni: 2,24 casi per mille assistiti,
  • 5-14 anni: 0,90 casi per mille assistiti,
  • 15-64 anni: 1,43 casi per mille assistiti,
  • pari o sopra i 65 anni: 1,17 casi per mille assistiti.

Rispetto all’ultima settimana del 2020 (in realtà a cavallo tra il vecchio e nuovo anno), l’incidenza dell’influenza per fasce di età è diminuita nei bambini e ragazzi, mentre è aumentata, seppure di poco, tra ragazzi sopra i 15 anni, adulti e anziani.

Nella 1^ settimana del 2021, in Italia sono stati analizzati 121 campioni clinici ricevuti dai diversi laboratori afferenti alla rete InfluNet e, su un totale di 1.450 campioni analizzati dall’inizio della sorveglianza, nessuno è risultato positivo al virus influenzale. Nell’ambito dei questi campioni analizzati, 16 sono risultati positivi al SARS-CoV-2 (201 dall’inizio della sorveglianza).

I dati e gli allegati del bollettino Influnet: w3.iss.it/site/RMI/influnet/pagine/rapportoInflunet.aspx

Per concludere, ricordiamo le differenze di mortalità tra Covid e influenza.

influenza epidemia italia
(Adobe Stock)

Che dite unimamme? Ci sono stati casi di influenza nella vostra famiglia?